dispenser-automatico

Specialmente in tempo di pandemia abbiamo avuto l’occasione di riflettere in maniera più attenta su quanto sia importante provvedere all’igiene delle mani. Gli esperti ci hanno raccomandato in tutto questo tempo negli ultimi mesi di proteggerci da eventuali contagi lavandoci spesso le mani. Un tema particolarmente attuale, proprio con l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid 19. Ma non si tratta soltanto di attualità, visto che rappresenta un vero e proprio obbligo disciplinato da norme che riguardano la sicurezza sul lavoro e nei locali pubblici. Ecco perché proprio in questi locali aperti al pubblico è molto importante disporre di appositi dispenser per consentire il lavaggio delle mani ogni volta che ce ne sia la necessità.

Come funziona un dispenser di sapone

Alcune aziende si sono specializzate proprio nella fornitura di dispenser per il sapone. Basti pensare per esempio a questo proposito a quelli che ti mette a disposizione Elis.com. Ma come funziona un dispenser per la distribuzione del sapone, per avere sempre l’opportunità di lavarsi le mani anche nei locali pubblici? Sono dei dispositivi molto semplici, in grado di erogare una certa quantità di detergente. Se ne possono trovare in commercio molti che si contraddistinguono anche per un certo design e per la qualità. Alcuni sono anche dotati di sistemi innovativi dal punto di vista tecnologico, che consentono un uso molto più facile di questi dispositivi.

In genere il funzionamento di un dispenser di sapone per il lavaggio delle mani nei locali pubblici, come bar e ristoranti, è semplice. Infatti basta avvicinare le mani, mettendole sotto l’erogatore, perché il dispositivo rilasci una quantità di detergente prefissata. Solitamente il sapone o il detergente vengono dosati ad ogni erogazione, in modo da limitare gli sprechi delle sostanze utilizzate per lavare le mani. In genere i dispenser di questo tipo sono dotati di apposite valvole che si chiudono, per evitare che ci siano dispersioni o gocciolamenti.

Come scegliere il dispenser di sapone

Abbiamo già detto che ci sono molti dispositivi in commercio da utilizzare come dispenser di sapone. Quindi come fare a livello pratico ad orientarci nella scelta di quello che può fare più al caso nostro? Ci sono a questo proposito diversi fattori che devi tenere in considerazione. Il primo di essi consiste nel tenere conto del luogo in cui andrà collocato il dispenser. Per esempio nel bagno si potrebbe scegliere meglio un modello a parete, che va fissato con le viti o con dei tasselli.

In una reception invece per esempio il modello da tavolo potrebbe essere un’alternativa ideale a cui fare riferimento. Si può usare anche la piantana per installare il dispenser di sapone per il lavaggio delle mani. Anche la piantana va avvitata saldamente fissandola ad una parete. Per quanto riguarda poi i prodotti da erogare, c’è anche in questo caso ampia possibilità di scelta. Infatti per esempio si possono scegliere i dispenser che erogano sapone o quelli che distribuiscono schiuma miscelata con l’acqua.

Possiamo dire che, considerando il punto di vista funzionale, la scelta è indifferente. Forse più si deve badare alle differenze di carattere tecnico. Infatti la schiuma generalmente contiene meno sapone e quindi è adatta per un uso particolarmente intensivo del lavaggio delle mani. Potrebbe essere una soluzione da adottare specialmente nei locali pubblici. In altre situazioni, come per esempio l’utilizzo del dispenser a casa, meglio un erogatore di sapone vero e proprio.

È possibile utilizzare i dispenser erogatori anche per distribuire gel disinfettante. Infatti a questo scopo si possono utilizzare tutti i dispenser progettati per erogare la schiuma, soltanto che nel caso del gel non bisogna aggiungere dell’acqua. Anche in questo caso il funzionamento del dispenser è molto pratico e funzionale.