Riparte la stagione castrocarese e terrasolana dopo l’emergenza pandemica, all’insegna del gusto e dell’eleganza con “Che Bolle”, manifestazione artistica ed enogastronomica che si svolgerà nel Castello del Capitano di Terra del Sole, in collaborazione con Castrumcari e patrocinata dal Comune, nelle giornate del 5-6-7 giugno. Un evento unico e aperto a tutti gli amanti dell’arte e del buon vino, con particolare attenzione per le bollicine, per incontrare – in una incantevole location – il meglio della produzione spumantistica italiana, contornata da opere d’arte.

Un tour fatto di bollicine, un calice alla volta, per assaporare e conoscere tipicità ed eccellenze proposte dalle numerose cantine presenti. Ogni edizione ospita piccole realtà vinicole emergenti fino ad arrivare a quelle già affermate e conosciute, chiaramente con grande attenzione alle realtà vinicole del territorio e del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole. Per gli “Addetti ai lavori” è prevista una giornata dedicata con corsi e laboratori per prestare più attenzione a chi dei piaceri della tavola ne fa un’arte e un lavoro.

Una celebrazione che va di pari passo con l’attenzione che sempre di più il nostro Territorio sta dedicando al gusto, alla buona tavola, all’enogastronomia di qualità e ai bellissimi paesaggi” – dichiara la sindaca Marianna Tonellato.

L’impegno è quello di favorire l’imprenditoria privata – sostiene l’assessora Liviana Zanettiche sempre di più si deve emancipare e stare sul mercato con professionalità e dedizione, unendo cultura, turismo ed eccellenze territoriali”.

Il consorzio privato Castrumcari, nelle figure del presidente Claudio Aldini e del direttore Alessio Vola, si dice soddisfatto del lavoro di squadra e di supporto e, soprattutto, conferma la volontà di sostenere sempre più le attività private associate del territorio: “la necessità è quella di implementare sempre più l’offerta eventistica, culturale e turistica; il contenitore è pronto da tempo, siamo ora impegnati nella implementazione del contenuto, anche alla luce delle nuove esigenze dettate dall’epidemia, che sarà sempre più attento ai particolari e alle esigenze della clientela che ama sport, natura, spazi aperti e qualità” dichiarano.