Steve McCurry Forlì

La scuola primaria Licinio Cappelli di Rocca San Casciano si trasforma in una galleria d’arte esponendo le opere del fotografo americano Steve McCurry e apre una nuova aula innovativa. Martedì 4 maggio si terrà la cerimonia d’inaugurazione di entrambi gli eventi.

Art in school – Faces of innocence. Anche in tempo di DaD (Didattica a Distanza) la scuola di Rocca non rinuncia a proseguire i percorsi interdisciplinari legati alla didattica delle immagini che hanno contraddistinto la scuola da anni. L’emergenza sanitaria ha impedito ai ragazzi di visitare mostre e musei, ma non ha inibito i docenti che hanno trasformato gli ambienti scolastici in una galleria d’arte, grazie “all’incontro” con il progetto Art in school promosso dalla fondazione americana Besharat Art Foundation. Sessanta opere fotografiche del famoso fotografo del National Geographic Steve McCurry sono partite da Atlanta (sede della Besharat Art Foundation) per arrivare nella scuola primaria di Rocca e divenire un’autentica mostra temporanea di opere ispirate al tema Faces of innocence.

Nei prossimi mesi i ragazzi avranno modo di leggere le immagini e “partire” per un viaggio in un mondo sempre più globale e diversificato; di riflettere sulle nostre somiglianze che ci avvicinano gli uni agli altri e sulle differenze superficiali che possono separarci.
Besharat Art Foundation ha lanciato questo progetto nella speranza che il contatto quotidiano con l’arte, che presenta somiglianze pur mostrando le differenze, promuova ulteriormente la simpatia e l’empatia tra i bambini e favorisca la discussione e il dibattito fra gli alunni. Non ci saranno prediche o conferenze: le opere d’arte esposte sulle pareti della scuola stimoleranno tutte le risposte e, si spera, ispireranno gli studenti.
Quando sarà possibile i portoni della scuola si apriranno anche per il pubblico e saranno i ragazzi le guide della loro galleria d’arte che abita nella loro scuola. Lo spettacolo espositivo è stato curato dagli insegnanti e dal Dirigente Scolastico Davide Alpi dell’Istituto Comprensivo Valle del Montone, di cui il plesso di Rocca fa parte, con l’indispensabile collaborazione del Comune di Rocca San Casciano.

Risonanze creative – aula innovativa. Il progetto Risonanze creative ha ottenuto un cospicuo finanziamento ministeriale finalizzato alla realizzazione di “ambienti di apprendimento innovativi, ossia ambienti e spazi di apprendimento attrezzati con risorse tecnologiche innovative, capaci di integrare nella didattica l’utilizzo delle tecnologie” (PNSD #7 – 2018). In questo ambiente tutto è pensato per il lavoro a piccoli gruppi: scansie mobili, grandi tavoli, materiale disponibile in più copie e tanto altro. Sarà possibile proporre ai ragazzi attività laboratoriali di vario genere con un approccio interdisciplinare STEAM (scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica): attività di coding, elettronica, robotica, costruzione di manufatti, realizzazione di video e di altri prodotti digitali e materiali.

La condivisione delle idee, la ricerca delle soluzioni, l’utilizzo responsabile dei materiali innovativi darà vita a quelle risonanze creative che contribuiscono ad ottenere il successo del lavoro di squadra. La valorizzazione dell’errore come occasione di revisione e rivalutazione aiuterà ad instaurare un rapporto positivo con la propria crescita intellettuale ed emotiva. Nell’aula trovano spazio anche manufatti creati “quando il digitale non c’era”. Intendiamo la vera innovazione così: mantenere uno sguardo al passato, proiettandosi verso il futuro. Alle pareti il maxischermo proietterà le immagini della terra da Google Earth, sotto lo sguardo impolverato del planisfero del 1940. Materiale informativo e immagini sono reperibili nel sito dedicato: https://sites.google.com/icvalmontone.istruzioneer.it/cinniroccaweb/home-page.