Basket-Unieuro-Chieti

Bertram Tortona – Unieuro Forlì: 80-76

Bertram Tortona: D’Ercole 8 (1/5, 2/4), Fabi 14 (1/1, 2/8), Sanders 16 (3/5, 3/9), Severini 6 (0/2, 2/4), Morgillo n.e, Cannon 12 (5/9), Gazzotti 3 (0/1, 1/2), Mascolo 16 (4/10, 2/3), Ambrosin 5 (0/2, 1/3), Sackey n.e. All.: Ramondino.
Tiri da due: 14/35 (40%). Tiri da tre: 13/33 (39%). Tiri liberi: 13/21 (62%). Rimbalzi: 48 (39+9). Assist: 15.
Unieuro Forlì: Giachetti 10 (2/6, 1/2), Bruttini 2 (1/3), Natali 8 (2/2, 1/5), Roderick 4 (2/6, 0/5), Rodriguez 16 (4/8, 2/8), Rush 5 (2/8, 0/3), Bolpin 8 (1/3, 2/2), Landi 23 (8/10, 1/3), Campori (0/1, 0/1), Dilas n.e. All.: Dell’Agnello.
Tiri da due: 22/47 (47%). Tiri da tre: 7/29 (29%). Tiri liberi 11/14 (79%). Rimbalzi 44 (34+10). Assist: 8.
Parziali: 15-17; 37-24; 49-45; 62-62.
Arbitri: Radaelli, D’Amato, Nuara.

È una seconda fase che evidenzia una Unieuro sempre più sfasata almeno per come ci aveva abituato nella stagione regolare. Con due americani decisamente sottotono e un secondo quarto inguardabile l’Unieuro non poteva che lasciare i due punti al Tortona. E la sentenza è netta visto che Roderick (recuperato grazie al ricorso sulla squalifica vinto… solo quello resta però di vittoria oggi) e Rush fanno entrambi un 2/11 da due senza infilare una tripla. E dire che la partenza sembrava buona (0-5) e magari la sconfitta di 48 ore fa con Udine dimenticata. Mascolo e Sanders non ci stanno e timbrano i primi punti. La prima frazione resta estremamente equilibrata e l’unico strappo esiguo si manifesta al 9′ (12-17) con un canestro di Bruttini (l’unico della gara per la verità). Severini infila la tripla e i primi 10′ dicono 15-17.

Dicevamo del secondo quarto, frazione in cui Forlì ne segnerà solo 7 mentre i casalinghi 22. E in una gara che si perderà di 4 facile evidenziare la crepa del tutto. Insomma Tortona maramaldeggia talmente tanto che al 18′ lo score dice +15 (32-17). Bolpin e Giachetti rintuzzano ma il divario resta sempre in doppia cifra. La frazione si chiude sul +13 (37-24).

Sicuramente negli spogliatoi Dell’Agnello avrà redarguito categoricamente i suoi tanto è vero che il terzo quarto è lo scampolo di gara migliore dei romagnoli. Detto dell’impalpabile coppia americana romagnola Landi e Bolpin si caricano la squadra in spalla costruendo un breack di 10-0 e l’Unieuro vede da vicino la targa di Tortona -3 al 23′ (37-34). Fabi timbra da tre (40-34) ma al 26′ Natali registra il sorpasso (40-42) ma con la seconda bomba di Fabi i piemontesi risorpassano (45-44). Al termine dei 30′ Tortona è avanti di 4 (49-45).

Nell’avvio dell’ultimo quarto Cannon scrive il +6 (51-45) e poi la bomba di Sanders e i liberi di Fabi scavano un mini solco (58-48). Partita finita? No, da qui si registra una reazione forlivese. Landi e Giachetti, ancora una volta si cavano la scimmia dalle spalle e riportano sotto la PF (58-55 al 38′). Con i due liberi di Cannon i casalinghi vanno sul +5 (60-55), ma Rodriguez la infila dai 7 metri (60-58). A 7 secondi dalla fine timeout dei padroni di casa ma a un secondo dalla sirena Landi pareggia. Si andrà ai supplementari (62-62).

L’avvio dell’over time è scoppiettante per Sanders e Mascolo che infilano due bombe in un amen (68-64 al 41′). Mascolo realizza anche dall’area il +5 (72-67), ma ci pensa Giachetti con due liberi e una tripla a rifirmare il pari (72-72 al 44′). D’Ercole mette dentro una bomba pesantissima (75-72). Fabi realizza due liberi su 4 ma quanto basta a scavare un divario decisivo (77-72). Landi tiene viva Forlì ma D’Ercole inventa un’assist al bacio per Sanders che schiaccia il +6 che scrive la parola fine al match.

Dell’Agnello a fine gara commenta così: “È stata una partita dura, e noi abbiamo pagato il nostro attendismo offensivo del secondo quarto, considerando che abbiamo fatto 1/12 da tre nel primo tempo. Nel secondo tempo e nel supplementare, siamo stati superlativi spremendo tutto quello che avevamo, con organizzazione determinazione e furore agonistico. Poi, proprio nel supplementare, loro hanno fatto 6/7 dal campo con tiri difficili e contrastati e questo ci ha punito oltremodo”.