visita-sindaco-e-asssessora-alla-Croce-Rossa

Circa 600 volontari e una rete di attività che spazia dalla consegna di pasti o pacchi alimentari a persone o famiglie in quarantena, all’inclusione sociale, all’assistenza sociosanitaria alle persone più fragili o in isolamento fino alla distribuzione di farmaci a domicilio per chi versa in condizioni di difficoltà motoria. Sono questi i numeri della Croce Rossa Italiana di Forlì, con sede in Viale Roma, presieduta da Davide Gudenzi che nel pomeriggio di ieri ha accolto, insieme a una decina di volontari, il sindaco Gian Luca Zattini e l’assessora al welfare Rosaria Tassinari e condiviso con l’Amministrazione lo spirito e gli obiettivi della Croce Rossa in Italia.

Ringraziamo di cuore tutti i volontari della Croce Rossa forlivese per l’impegno e il tempo che dedicano alle numerose attività di volontariato promosse sul nostro territorio. L’emergenza sanitaria dettata dal Covid li ha resi ancora più preziosi e indispensabili nella cura e nell’assistenza dei malati e nell’erogazione di servizi e prestazioni straordinarie, funzionali al contenimento della curva epidemiologica. I principi e i valori umanitari che ispirano l’azione degli uomini e delle donne della Croce Rossa sono gli stessi che devono guidarci nella gestione della ‘cosa pubblica’ – hanno dichiarato il sindaco e l’assessora Tassinari – affinché le persone vulnerabili e in difficoltà siano sempre messe al centro dell’azione di governo della nostra città”.