zolfo nei muri

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la segnalazione di una nostra lettrice.

Ieri mattina mentre mi recavo nel quartiere Cava mi accorgevo (in più punti) della presenza di zolfo negli angoli dei muri dei locali pubblici (adiacenti la piazza don Mario Ricca Rosellini). Lo zolfo è abbandono di materiale inquinante non consentito. Come cittadina ho telefonato subito alla polizia locale (che ringrazio pubblicamente) esponendo il problema. Gli agenti mi hanno risposto che giravano la mia segnalazione ad Alea per la rimozione.

L’immissione dello zolfo agricolo su suolo pubblico è vietato, arreca diversi fastidi agli animali e ai bambini. Chi ha commesso l’illecito andrebbe punito. A chiunque vede questo problema è doveroso denunciarne il reato di immissione nell’ambiente di sostanze tossiche con gravi conseguenze anche della salute umana. Consiglierei come deterrente acqua e aceto per allontanare gli animali che non fanno male a nessuno. In ultimo le persone di buon senso potrebbero evitare di far fare la pipì ai cani nei muri“.