Manifestazione-a-Rocca-per-la-Polizia stradale

Sulla vicenda della Polstrada di Rocca San Casciano è arrivata la doccia fredda del decreto di chiusura. Il tutto a poco più di due settimane dall’impegno preso dal Sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni, di approfondire ogni situazione del cosiddetto piano chiusure, considerando i presidi periferici importanti per la sicurezza. Il Sottosegretario in una diretta Facebook con l’onorevole Jacopo Morrone, domenica 14 marzo, aveva inoltre sottolineato che il controllo del territorio lo si fa potenziando i presidi considerati utili.

I coordinatori del Comitato Civico SS67, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini, domandano pubblicamente: “Ma esiste ancora una politica capace di interpretare le istanze del territorio?”. E aggiungono: “Siamo all’apoteosi della fragilità della politica. Tutti i principali partiti che stanno governando insieme a livello nazionale, dal centrodestra al centrosinistra, concordano sulla necessità di mantenere aperto il distaccamento di Rocca, per la sicurezza stradale di tutti, e cosa succede? Arriva il decreto di chiusura. Non abbiamo parole. Sembrerebbe che anziché essere l’apparato burocratico al servizio degli input politici ricevuti, sia la politica subalterna alla burocrazia”.

Il Comitato poi annuncia che, appena sarà possibile, tornerà a manifestare pacificamente per continuare a mettere in evidenza quanto sia sbagliata la chiusura della Polstrada di Rocca, se si ha a cuore la sicurezza stradale di tutti in un’importante strada come la Statale 67.