Ugl lo-giudice-zattini-e-mezzacapo

Il segretario territoriale dell’Ugl – Unione generale del lavoro Romagna, Filippo Lo Giudice, guidando una delegazione del sindacato, ha incontrato oggi il vicesindaco di Forlì Daniele Mezzacapo e il capo di Gabinetto del sindaco Antonio Guarini. Al centro del colloquio, svoltosi nel pieno rispetto dei ruoli in un clima costruttivo che ha consentito alle parti di dialogare in modo proficuo, la verifica dell’attuazione della piattaforma programmatica dell’Ugl sottoscritta dal sindaco il 30 aprile del 2019 prima della vittoria del centrodestra a Forlì.

Un documento che il sindacato aveva presentato con una serie di misure per contrastare la crisi ed al disagio sociale valorizzando la rete dei servizi sociosanitari, potenziando la sicurezza urbana e delle imprese locali, sostenendo lavoro e occupazione, rilanciando le opere pubbliche con il recupero delle grandi aree dismesse o sottoutilizzate per rilanciare l’economia.

L’emergenza pandemica ha stravolto l’agenda delle priorità. E proprio per queste ragioni abbiamo presentato un nuovo pacchetto di proposte per sostenere il tessuto locale. Consapevoli dell’impegno economico già sostenuto dall’amministrazione comunale attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto alle imprese commerciali colpite dalle reiterate chiusure, abbiamo chiesto di ampliare gli sforzi sostenendo la creazione di nuove imprese attivando un apposito fondo, con budget da stabilirsi in relazione alle disponibilità di bilancio, per la concessione di contributi a fondo. Per dare uno shock all’economia cittadina e per far ripartire i cantieri abbiamo proposto di avviare, magari in accordo e collaborazione con altri soggetti istituzionali, un piano straordinario di opere pubbliche e di attività di recupero, ristrutturazione e messa a norma delle grandi aree dismesse o degli spazi storici di rilievo”: elenca Filippo Lo Giudice.

In particolare, l’Ugl ha chiesto di riqualificare l’ex monastero di Santa Maria della Ripa, l’ex Zuccherificio Eridania e di rinunciare alla messa in vendita dell’ex comando dei vigili urbani di corso della Repubblica, che l’amministrazione ha messo all’asta.
Per l’Ugl è fondamentale intervenire anche in tema di arterie stradali, accelerando, con gli enti locali e nazionali coinvolti e preposti, l’ammodernamento e la costruzione di nuove arterie di collegamento veloce e nuove piste ciclabili con le città e le località turistiche vicine. E Lo Giudice ha chiesto che il Comune solleciti ulteriormente la Regione a sbloccare il maxi finanziamento promesso di 12 milioni di euro per l’aeroporto di Forlì, al pari delle erogazioni concesse o in fase di concessione agli scali di Parma e di Rimini: “Il contributo regionale garantirebbe nuove infrastrutture di servizio ed il potenziamento dei collegamenti con le città vicine, oltre all’ampliamento ed alla riqualificazione del sedime aeroportuale del Ridolfi”: ha ricordato il segretario Ugl, Lo Giudice.

In materia di appalti pubblici l’Ugl chiede di sostenere la scelta della procedura dell’ aggiudicazione con l’offerta economicamente più vantaggiosa, piuttosto che il massimo ribasso, praticare laddove possibile il criterio della centrale unica di committenza anziché le stazioni plurime appaltanti e velocizzare la pianificazione delle opere sostenendo albi degli operatori economici locali per sostenere l’economia e l’industria del territorio.
Infine, l’Ugl ha chiesto alla giunta Zattini di mettere a regime, magari con un vero e proprio Tavolo di Lavoro, la collaborazione di area vasta con Cesena, Rimini e Ravenna che recentemente ha prodotto risultati positivi con il Bando MediAree Next Generation City: “Con un tavolo di concertazione unitaria con le altre città romagnole si favorirebbe la gestione e programmazione su vasta scala di situazioni di crisi, come quella pandemica, o la progettazione di grandi opere, si pensi ai collegamenti tra Forlì e l’Adriatico. Ci si attivi in questa direzione”: è l’auspicio del segretario territoriale dell’Ugl Romagna, Filippo Lo Giudice.

Vicesindaco e capo di Gabinetto del sindaco hanno ringraziato la delegazione Ugl per la a disponibilità a voler collaborare e contribuire, lì dove l’Amministrazione lo ritenga opportuno, a trovare soluzioni utili a rafforzare il ruolo e l’immagine di Forlì nel panorama regionale e nazionale. Su molti punti indicati dall’Ugl – i contributi a fondo perduto , il sostegno alle imprese, la vigilanza degli appalti e la pianificazione delle infrastrutture viarie e le piste ciclabili – l’amministrazione comunale s’è già attivata o si sta attivando in chiave propositiva. Le parti si sono salutate con l’impegno a incontrasi nuovamente per una ricognizione sull’attuazione delle proposte sindacali.