Luigi Fratesi

Più forti della pandemia e delle difficoltà imposte dalla zona rossa, sono state la gratitudine e l’amicizia che i soci attivi e gli ex soci della Round Table n. 6 Forlì hanno voluto esprimere al loro primo presidente. E così nel giorno del compleanno per i suoi 90 anni all’avvocato Luigi Fratesi, con la complicità della figlia Elisabetta, è stata recapitata a casa una torta con tanto di candeline e un grande biglietto d’auguri.

Non ho parole, sono a dir poco commosso – è stato il commento di Fratesi di fronte alla sorpresa ricevuta – perché il pensiero che dopo tanti anni degli uomini giovani si ricordino di me, di quello che posso avere fatto, di piccolo o di meno piccolo, in passato è un qualcosa che mi tocca profondamente. Grazie”.

Correva l’anno 1966 quando nacque a Forlì la Round Table n. 6, sodalizio dedicato agli under 40, giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, imprenditori, uomini d’affari e di cultura che si impegnano a svolgere al meglio le rispettive attività, anche al fine di coltivare i più alti valori morali e di pace nel campo dei rapporti professionali come nelle relazioni umane in genere. A presiedere per la prima volta il neonato sodalizio vi fu appunto l’avv. Luigi Fratesi, che nell’anno sociale successivo 1967-1968 sarebbe diventato presidente nazionale della Round Table. Attualmente Fratesi è membro d’onore a vita della RT6 Forlì, assieme a Massimo Balzani, Mario Bassi, Loris Camprini, Stefano Cimatti, Giangiacomo Pezzano, Alessandro Zaccheroni.

Il nostro – commenta Francesco Valpiani attuale presidente della RT6 – è stato un piccolo gesto, ma carico di autentica amicizia e riconoscenza verso una grande persona, il nostro primo presidente, che fondò assieme ad altri la Tavola di Forlì, e che negli anni mai ci ha fatto mancare la sua amicizia, il suo consiglio e la sua presenza”.