Bollettino covid 1 marzo: sei morti in provincia, 68 nuovi casi nel Forlivese

0

Sei decessi in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 87 anni e cinque uomini di 74, 76, 78, 83, 85 anni) e 245 nuovi contagi da Coronavirus: 68 nel Forlivese, 177 nel Cesenate. Questi i dati accertati alle ore 12,00 di oggi. I 68 nuovi contagi del Forlivese sono così ripartiti: Bertinoro 9, Castrocaro Terme 1, Forlì 39, Forlimpopoli 5, Meldola 4, Modigliana 5, Predappio 3, Santa Sofia 2.

I positivi complessivi della giornata di oggi a Castrocaro Terme e Terra del Sole – annuncia la sindaca Marianna Tonellatosono 54, di cui 2 ricoverati. Ricordo che sono ancora vietati gli spostamenti al di fuori del proprio Comune (se non per motivi di lavoro, salute o necessità), anche se parrebbe che per i ciclisti questo divieto non sussista… Mantenete quanto più possibile i contatti limitati ai vostri familiari più prossimi; se andate a Converselle a camminare in 14, e vi taggate pure, oltre a fare una cosa rischiosa, siete anche poco furbi”!

Il punto sull’aggiornamento Covid a Modigliana al 1 marzo – aggiunge il sindaco Jader Dardievidenzia ancora una situazione preoccupante. Sono 21 le persone di Modigliana attualmente positive, una situazione che negli ultimi giorni ha visto molti nuovi casi (5 positivi nella giornata di ieri) che sono caratterizzati da persone giovani e con diversi focolai sviluppatisi all’interno delle famiglie. Persone che evidenziano sintomi, ma tutti in isolamento domiciliare. Sono 74 le persone di Modigliana dichiarate guarite, fra questi rientrano la gran parte degli ospiti e gli operatori della Casa di Riposo Madonna del Cantone. Sono attualmente 50 le persone in isolamento domiciliare perché positivi o entrate a contatto con persone positive. La situazione che ci viene segnalata dall’Ausl evidenzia un forte aumento della diffusione del virus che non deve essere sottovalutata.
In gran parte della Regione sono state adottate ordinanze che restringono ulteriormente i provvedimenti, istituendo la zona “arancione scuro”, vi è un forte rischio di restrizione anche per il territorio forlivese che pure nell’incontro di sabato scorso con Regione e Ausl, aveva deciso di non adottare ulteriori restrizioni. Nei prossimi giorni però anche il Comune di Forlì, con ordinanza comunale, ha disposto la chiusura delle scuole secondarie.
Ho condiviso con gli altri sindaci di non disporre la chiusura delle scuole dell’obbligo, ma seguiamo con preoccupazione i dati dell’Ausl che in molti comuni evidenziano molti casi anche fra i ragazzi della scuola dell’obbligo, mi auguro che non si debba adottare nessun provvedimento di ulteriori restrizioni. Anche nell’incontro di sabato scorso, ho rinnovato la necessità di accelerare sulle vaccinazioni, avendo dato la disponibilità del nostro comune a collaborare per le vaccinazioni che domani si terranno presso la struttura del teatro che abbiamo appositamente predisposto“. 

Ho avuto conferma ufficiale dall’Ausl dei nuovi contagi da Covid-19 nel Comune di Bertinoro – spiega il sindaco Gabriele Antonio Frattodi oggi, aggiornati con la tabella riepilogativa anche dei guariti di inizio settimana: si registrano 7 nuovi contagi oggi, legati a precedenti situazioni segnalate. Il dato complessivo bertinorese riaggiornato al 1 marzo vede in totale 92 concittadini attualmente ricoverati in isolamento domiciliare, seguiti con costanza e competenza dagli operatori dell’Ausl, scendono a 2 i concittadini ricoverati in struttura ospedaliera e sono complessivamente 473 i concittadini completamente guariti, 10 purtroppo i bertinoresi deceduti a causa del virus“. 

Ad oggi sono positivi 22 nostri concittadini di Predappio – precisa il sindaco Roberto Canali -. Due di questi sono ricoverati presso strutture ospedaliere. È necessario continuare a prestare la massima attenzione ai propri comportamenti per evitare rischi per sé e per i propri cari per contribuire a tenere il più basso possibile il livello di contagio. I numeri relativi ai positivi ci hanno permesso, insieme agli altri Comuni del Forlivese, di rimanere per ora in zona arancione. Da oggi, possono prenotare il vaccino i nati fino al 1941 compreso. È possibile farlo in farmacia, presso gli sportelli Cup, via web o telefonando all’800002255“.

In Emilia-Romagna si sono registrati 2.597 nuovi casi in più rispetto a ieri su un totale di 12.463 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal oggi, 1 marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni). Alle ore 15,00 sono state somministrate complessivamente 393.791 dosi; sul totale, 139.290 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. In Italia, alle ore 15,00 sono state vaccinate complessivamente 4.354.008 persone di cui 1.411.663 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.180 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 585 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 837 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,4 anni.
Sui 1.180 asintomatici, 592 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 58 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 18 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 506 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 768 nuovi casi e Modena (533); poi Reggio Emilia (270), Ravenna (181), Cesena (177), Rimini (174), Parma (173), Imola (117), Ferrara (94), Forlì (68), Piacenza (42).
Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.588 tamponi molecolari, per un totale di 3.412.249. A questi si aggiungono anche 14 test sierologici e 3.875 tamponi rapidi.
Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 969 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 208.350.
I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 44.278 (+1.605 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 41.667 (+1.476), il 94,1% del totale dei casi attivi.

Purtroppo in regione si registrano 23 nuovi decessi: 1 a Piacenza; 1 nella provincia di Parma; 1 nella provincia di Reggio Emilia; 5 nella provincia di Modena; 1 in provincia di Bologna; 5 nel ferrarese; 6 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 87 anni e cinque uomini di 74, 76, 78, 83 e 85 anni); 2 nel riminese. Nessun decesso nella provincia di Ravenna. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.566.
I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 236 (+9 rispetto a ieri), 2.375 quelli negli altri reparti Covid (+120).
Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 13.a Parma (invariato), 18 a Reggio Emilia (+2), 51 a Modena (+3), 64 a Bologna (+4), 20 a Imola (+1), 24 a Ferrara (-1), 10 a Ravenna (+1), 4 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (-1) e 17 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 20.045 a Piacenza (+42 rispetto a ieri di cui 31 sintomatici), 18.053 a Parma (+173 di cui 128 sintomatici), 33.508 a Reggio Emilia (+270 di cui 116 sintomatici), 46.025 a Modena (+533 di cui 351 sintomatici), 53.906 a Bologna (+768 di cui 360 sintomatici), 9.324 casi a Imola (+117 di cui 70 sintomatici), 15.190 a Ferrara (+94 di cui 21 sintomatici), 20.020 a Ravenna (+181 di cui 105 sintomatici), 9.961 a Forlì (+68 di cui 52 sintomatici), 12.162 a Cesena (+177 di cui 114 sintomatici) e 25.000 a Rimini (+174 di cui 69 sintomatici).