Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Donazioni-Fumetti-2019

Secondo anniversario, il 23 febbraio passato, per l’esclusiva Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati “Calle”, unica in Emilia-Romagna, che a discapito della situazione anti-pandemica, è sempre più attiva, dinamica e propositiva per l’intera comunità forlivese. Un successo che dall’inaugurazione, il 2019, si riscopre sempre più crescente, con sentita partecipazioni da parte dei forlivesi e non solo. “Senza alcun dubbio – afferma il fumettotecario e fanzinotecario Gianluca Umiliacchiun concreto e positivo riscontro della grande validità di questa esclusiva realtà. La città di Forlì ha accolto con interesse la Fumettoteca, i suoi esclusivi servizi e il suo accattivante contenuto, prestiti, incontri , visite guidate e tanta, tantissima attività per eventi, iniziative e manifestazioni dedicata al mondo della nona arte“.

Un’attività innovativa capace di stare al passo con i tempi, in grado di comunicare nel linguaggio corrente, non un solo valore aggiunto per Forlì ma, bensì, ciò che fa la differenza. Una proposta efficace in grado di produrre un significativo incremento della conoscenza e della fruizione del patrimonio fumettotecario e relative consultazioni e prestiti: i dati evidenziano un rapporto virtuoso tra numero di visitatori e numero di prestiti. Un anniversario, questo, con porte chiuse, seguendo le norme anti covid19, ma con una disponibilità sempre aperta, una serietà e professionalità che, in tempi brevi, ha portato questa eccezionale realtà ad essere la seconda in Italia e ad avere un parco lettura di oltre 40Mila documenti fumettistici, e scusate se è poco.

La conferma del valore sociale e culturale che la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati “Calle” riveste, sia a Forlì che a livello nazionale ed oltre, non si ricollega solo alle notevoli richieste di visita, alle moltissime consultazione e prestiti, alle fitto calendario di attività con le tantissime esclusive proposte. Dietro tutto questo ci sono conferme nazionali, come il recente Patrocinio del Comitato per i 700 anni di Dante, Mibac, e riscontri da Enti di livello europeo e internazionale. Impegno ed attività esclusivamente di volontariato e televolontariato, al quale aderiscono anche giovani non solo forlivesi, e i numeri sono ben chiari: oltre 40.000 documenti con più di 100 donazioni; 1.795 iniziative particolari ed interessanti, con un riscontro di 55.621 partecipazioni di persona e online, un’offerta pubblica che nessuna altra realtà locale e regionale ha la competenza e professionalità di proporre, mettendo a disposizione documenti e attrezzature anche per una piacevole occasione di condivisione culturale e ludica.

Grande impegno che vedono i componenti dello Staff Fumettoteca presenti in vari ospedali, scuole locali, Centri Sociali, attivare collaborazioni e progettazioni in rete con decine e decine di altre organizzazioni forlivesi. La Fumettoteca mette a disposizione per gli interessati un’infinità di servizi, introvabili altrove, che va dal supporto di assistenza esterna per tesi di laurea fumettistiche, all’attivazione di corsi, al supporto tecnico strumentale e logistico nella realizzazione di fumetti, oltre a seguire le partecipazione a concorsi locali e nazionali, come ad esempio quello di Lucca Comics.

CONDIVIDI
Articolo precedenteImmobili comunali: pronti 460.000 euro di contributi per la messa in sicurezza
Articolo successivoInflazione negativa nel 2020 con calo dei prezzi prevalentemente degli energetici
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.