Basket-SCAFATI-FORLì

Givova Scafati – Unieuro Forlì: 79-60

Givova Scafati: Jackson 20 (3/4, 4/8), Thomas 15 (3/10, 1/3), Rossano 12 (4/5, 0/4), Palumbo 8 (3/6), Cucci 7 (2/3, 0/2), Sergio 5 (1/1, 0/4), Benvenuti 5 (2/2), Dincic 4 (0/1), Musso 3 (0/1, 1/5), Grimaldi n.e, Marino n.e, Festinese n.e. All.: Finelli.
Tiri da due: 18/33 (55%). Tiri da tre: 6/26 (23%). Tiri liberi: 25/27 (93%). Rimbalzi: 44 (32+12). Assist: 21.
Unieuro Forlì: Landi 10 (2/6, 2/4), Rush 8 (1/2, 2/7), Natali 8 (1/2, 2/4), Rodriguez 8 (1/3, 2/6), Roderick 7 (1/3, 1/4), Bolpin 7 (1/1, 1/2), Campori 6 (1/1, 1/2), Giachetti 4 (0/6, 0/4), Dilas 2 (1/1), Bruttini. All.: Dell’Agnello.
Tiri da due: 9/25 (36%). Tiri da tre: 11/33 (33%). Tiri liberi: 9/11 (82%). Rimbalzi: 30 (23+7). Assist: 15.
Parziali: 19-13, 26-17, 15-14, 19-16.

Le quasi due settimane di stop forzato per la quarantena hanno pesato. Nonostante questa più che plausibile giustificazione la squadra ha lottato. Forlì ha anche dovuto fare a meno, a gara in corso, pure di Landi, Bruttini e Rush, costretti ad uscire per infortuni (che saranno valutati nei prossimi giorni). Scafati, con 5 ex forlivesi (Jackson, Sergio, Musso, Marino), allenatore compreso (Finelli), si è presa una vittoria meritata.

Nei primi due minuti si fa fatica a segnare ma la gara si sblocca con le triple di Rush e Landi. La difesa biancorossa sembra tenere tanto che concede solo due punti nei primi 4′. Il primo quarto è molto fisico. Bruttini è costretto ad uscire dopo neanche 2′ per un colpo subito dall’ex Sergio, e alla prima sirena il punteggio dice +6 Scafati (19-13).
All’inizio del secondo quarto Scafati prova un primo allungo e oltre a Bruttini, Landi prende un colpo alla caviglia e Dell’Agnello è costretto a ridurre ulteriormente le rotazioni. L’offensiva casalinga è interrotta dalle triple di Natali, Bolpin e Campori, oltre a quella di Landi che chiude il quarto sul 45-30.

Torna Bruttini per pochi minuti, Landi prova a giocare nonostante il dolore, e l’Unieuro comincia con l’approccio giusto tanto da accorciare un pochino (50-38) con una tripla di Rush dopo un bel gioco di squadra. La squadra, nonostante gli infortuni che ne condizionano le rotazioni, gioca con aggressività ed il quarto si chiude sul 60-44.

Si entra nell’ultimo quarto con Forlì che fatica a trovare il canestro. Rush si scaviglia ed è costretto ad uscire. Scafati prova ad approfittarne per ribaltare la differenza canestri, ma i forlivesi con diversi titolari in panchina tengono botta e contengono il passivo (+27) a loro favore (79-60).

Dell’Agnello a fine match: “La cosa positiva che vorrei sottolineare è che non abbiamo mai mollato e non ci siamo abbattuti, e questo va riconosciuto ai giocatori. Noi per i motivi che conoscete non eravamo pronti ad affrontare una sfida del genere, poiché abbiamo fatto 10 giorni di isolamento. In più, a gara in corso, siamo stati costretti a perdere Landi, Bruttini e Rush che dovremo valutare nei prossimi giorni”.