Forlì dall'alto

È una mano tesa quella rivolta alle forze di opposizione da parte dell’assessore al decentramento Andrea Cintorino “nel nome del bene pubblico, nell’interesse della comunità forlivese, della strategicità dei quartieri e del loro intrinseco valore partecipativo”.
La consigliera comunale della Lega, Giorgia Bedei, commenta così l’approvazione all’unanimità della delibera consiliare che modifica l’art.48 dello Statuto, anticamera del processo di riforma vero e proprio dei quartieri di Forlì.

Ringrazio l’assessore Cintorino per aver agito con profondo senso di responsabilità e condiviso con i rappresentanti di quartiere, le forze politiche di opposizione e gli organi competenti, il percorso di definizione e adeguamento dell’impianto di partecipazione del nostro Comune. Grazie a un lavoro corale e a un prezioso percorso di sintesi che ha visto la Lega protagonista della stesura del nuovo riassetto normativo, questa città vede consolidato il ruolo dei suoi quartieri e quello dei comitati, tutelata la rappresentatività del territorio e la partecipazione dei forlivesi alla vita del nostro Comune”.

I quartieri sono i pilastri della partecipazione – commenta in chiusura la consigliera leghista Bedei – la loro valorizzazione è sempre stata la bussola di questo esecutivo che ha voluto ergerli ad esempio di dialogo con le opposizioni consiliari e condivisione di un percorso comune. Un percorso che ne ha messo al centro il ruolo di portavoce dei territori, al netto dei mutamenti socio demografici che hanno investito anche la nostra comunità. La riforma del decentramento forlivese si profila dunque multilaterale, ispirata a criteri di ragionevolezza, collaborazione e civismo fino ad oggi mai sperimentati dalle passate Amministrazioni”.