casa artusi

La famosa emittente televisiva americana CNN accende i riflettori su Pellegrino Artusi grazie alla nuova serie TV sulla cucina italiana ‘ Searching for Italy‘ di cui è autore e protagonista il famoso attore, regista e produttore italo-americano Stanley Tucci (interprete di “Il diavolo veste Prada” e “Amabili resti”). Sei puntate girate, prima e durante la pandemia, fra Toscana, Lombardia, Sicilia, Roma, Emilia-Romagna e Costiera Amalfitana per andare alla scoperta delle meraviglie gastronomiche del Bel Paese. Il programma sta riscuotendo un grande successo e la rete ha già annunciato l’intenzione di girare una seconda stagione.

La puntata dedicata all’Emilia – Romagna andrà in onda negli Stati Uniti domenica 28 febbraio (mentre per la diffusione in Europa si attendono ancora le date). In questa puntata Tucci ha percorso tutta la via Emilia, visitando varie città – da Bologna a Modena, da Parma a Rimini –, e nel suo viaggio gastronomico non poteva mancare una tappa a Forlimpopoli per rendere omaggio al padre della cucina italiana Pellegrino Artusi, nell’anno del suo bicentenario.

Le riprese sono state realizzate a settembre a Casa Artusi, con la sua biblioteca e la sua scuola di cucina: qui le telecamere della CNN hanno seguito un laboratorio sulla sfoglia tirata al matterello, realizzato in collaborazione con l’associazione delle Mariette. Poi è toccato alla ‘marietta’ Barbara, che ha mostrato nella cucina di casa sua come si preparano le tagliatelle e il ragù alla bolognese, secondo le ricette artusiane.

Tutto sotto lo sguardo attento e interessato del conduttore che poi ha assaggiato con massima soddisfazione: Tucci, pur facendo parte dello star system hollywoodiano (nella sua carriera molti film di successo, due Golden Globe e una nomination agli Oscar) si è rivelato gentile e alla mano e, fra un ciak e l’altro, ha raccontato anche di essere lui, quando non è in tour, a cucinare per la moglie e i cinque figli.

Del resto, l’attore italo-americano ha un’autentica passione per la buona cucina, tanto da metterla al centro del suo primo film da regista, “Big Night” (storia di 2 fratelli italoamericani che vogliono salvare il loro ristorante). Non solo: nel 2012, insieme a Gianni Scappin, ha pubblicato il ricettario “The Tucci Cookbook”, a cui è seguito nel 2020 un libro di ricette di famiglia, che propone un mix di cucina inglese, italiana, americana.

Aver accolto Stanley Tucci e le telecamere della CNN – sottolinea la presidente di Casa Artusi Laila Tentoniè stata un’esperienza memorabile, non solo per l’affabilità e la competenza dimostrata dall’attore, ma soprattutto per la straordinaria opportunità offerta a Forlimpopoli, grazie alla proficua collaborazione di Casa Artusi e Mariette”, di far conoscere al pubblico internazionale il bello e il buono della cucina italiana, in nome di Artusi”.