Claus Libertas Volley Forlì

My Mech Cervia – Claus Libertas Volley Forlì: 3-0

(25-22; 25-8; 25-20)

Nella prima di campionato si affrontano due squadre con caratteristiche esattamente opposte: le padrone di casa ricche di navigate giocatrici esperte con esperienza anche di categorie superiori e le ospiti che, ad esclusione della palleggiatrice Romagnoli (non ancora in piena forma causa problemi di salute che perdurano e quindi nell’impossibilità di allenarsi come vorrebbe), arrivano a poco più di 16 anni di media, in una squadra per 11/16esimi completamente rinnovata (gruppo appositamente allungato).

A parte l’indubbio valore di Cervia, quello che ha fatto la differenza sono gli errori di inesperienza, disattenzione, superficialità che le ragazze di Bazzocchi hanno commesso.
Forlì parte comunque bene e nel primo set conduce sempre fino al parziale di 12 a 11; Cervia allunga, ma la Libertas non molla e costringe Cervia al time out sul 19 pari. Nuova spinta delle marinare che sul 22 a 21 stringono i denti e non si fanno più raggiungere. Garavini, il capitano delle mercuriali strepitosa con un 100% in attacco.

Il secondo parziale si riepiloga con due parole: non pervenute! E’ sufficiente leggere il punteggio per capire. Il Cervia mette a terra 10 palloni, il rimanente lo sbagliano le forlivesi in pieno panico. Finita la partita? No, il terzo set è un’altra cosa, sembra quasi che le ragazze di coach Bazzocchi vogliano scusarsi con i circa 40 tifosi che seguono il match in diretta streaming.

Partenza lampo di Cervia, poi l’orgoglio delle biancoazzurre cerca una rimonta che rimane però parziale: Cervia chiede time out e, al rientro in campo, con due ennesimi errori delle forlivesi, Cervia chiude set e incontro. Si denota nella squadra della Libertas un buon potenziale di crescita e, sicuramente, coach Bazzocchi avrà l’onere e l’onore di portare queste ragazze a un futuro brillante.