Santa Sofia

Con una seduta consiliare svolta in modalità on line, a Santa Sofia ieri si è approvato il bilancio di previsione 2021–2023. “Arriviamo da un anno difficile – commenta il sindaco Daniele Valbonesi -. L’emergenza per il Covid19 ha sicuramente stravolto alcuni piani e anche l’anno appena iniziato ci vede ragionare in un’ottica che tiene conto in primis di aspetti sociali ed economici che non ci saremmo aspettati di vivere. Il Comune di Santa Sofia ha dati economici robusti e positivi, frutto di un impegno rivolto alla cura della parte corrente e alla ricerca continua di finanziamenti per gli investimenti. Questo ha consentito e consentirà, con l’approvazione del bilancio, di puntare su tre indirizzi: mantenere ed incrementare i servizi per i cittadini, dare impulso agli investimenti pubblici e sollecitare quelli privati per la nascita di nuove attività imprenditoriali”.

Numericamente, il bilancio di previsione 2021 prevede entrate e spese pari a 11.801.153 euro, con un indebitamento leggermente più alto rispetto al passato a causa della presenza di mutui, come ad esempio quello acceso per i lavori di ampliamento del cimitero comunale. L’avanzo presunto è pari a 1.712.806 euro. Le principali entrate derivano dalle tasse (Imu, Tari, Irpef), dal fondo di solidarietà comunale e dai dividendi delle società partecipate, mentre le principali spese sono determinate da spese per il personale, opere pubbliche, trasferimenti all’ASP, contributi alle attività economiche, investimenti per spettacoli, sport e turismo oltre a spese per la gestione rifiuti e la pubblica illuminazione.

Lavori pubblici

Per i lavori pubblici il piano triennale delle opere è piuttosto ambizioso – sottolinea Valbonesi -. In oltre 4 milioni di risorse messe in campo, ci sono interventi che hanno lo scopo di migliorare i servizi, incrementare le opportunità ed intercettare le esigenze contemporanee. Tra le opere previste, oltre ad alcune conferme – come l’ampliamento del cimitero comunale e il ripristino del muro di cinta tra il parco della Resistenza e via Doberdò – vanno segnalati gli interventi sulla sala “Milleluci’’ (a seguire sul primo stralcio in corso) ed il nuovo bike park che coglie un’esigenza sempre più sentita riguardo alle due ruote. Da ricordare, poi, le tante risorse rivolte alle manutenzioni straordinarie delle strade, in particolare nel forese: presto inizieranno i lavori a Spinello e Corniolo”.

Nel dettaglio, per l’ampliamento del cimitero comunale è previsto un investimento pari a 660.000 euro, coperto con fondi comunali e l’accensione di un mutuo; per il ripristino del muro in via Doberdò sono previsti 130.000 euro; per la sistemazione dell’area “Milleluci Park”, adiacente al fosso di Rio Sasso, è previsto un investimento di 220.000 euro: questo intervento, affiancato ai lavori attualmente in fase di realizzazione presso la Sala Milleluci, porterà una riqualificazione generale di tutta l’area. Nel 2021 verranno realizzati anche due interventi fino ad ora non previsti: la sistemazione della Piazzetta della Corte Comunale (per la quale è previsto un finanziamento di 121.000 euro circa da parte della regione Emilia Romagna attraverso la legge 41/97 a cui si aggiungono 57.000 euro di fondi comunali tramite l’accensione di un mutuo) e la realizzazione di un bike park nella zona compresa tra gli impianti sportivi di via Mascagni e il parcheggio di via Nefetti. Oltre a questi, verranno realizzati altri lavori non compresi nel piano triennale, come la manutenzione di strade e marciapiedi previsti dal PAO per circa 80.000 euro, alcuni interventi di impiantistica presso le scuole per 20.000 euro, alcune manutenzioni nelle frazioni e il secondo stralcio di lavori presso la Sala Milleluci, di importo pari a 574.000 euro, in parte finanziati con fondi esterni.

Tassazione ed equità sociale

L’equità sociale, ancora una volta, rappresenta un obiettivo fondamentale per l’amministrazione di Santa Sofia e il nostro impegno è rivolto a mantenere una pressione fiscale contenuta”, commenta l’assessore al bilancio Matteo Zanchini. Così, oltre a confermare la misura introdotta lo scorso anno per l’addizionale comunale IRPEF «a scaglioni» progressivi, con esenzione per redditi fino a 10.000 euro, verrà introdotto l’istituto del Baratto Amministrativo: uno strumento che darà ai cittadini meno abbienti l’opportunità di ridurre o azzerare i tributi locali in cambio di lavori svolti nell’interesse della collettività. “Come previsto dalla legge, questo sarà possibile per i tributi che non siano già oggetto di accertamento e presto pubblicheremo il regolamento attuativo che disciplinerà nel dettaglio la misura – prosegue Zanchini -. È una scelta praticata in città di varie dimensioni, Santa Sofia sarà il primo Comune del nostro territorio a percorrere questa strada: ci auguriamo che questa opportunità possa essere utile non solo da un punto di vista economico ma anche sociale”.

Oltre a questo, l’amministrazione conferma le agevolazioni per le neoimprese, portando dal 50 al 70% lo sconto sulla quota variabile TARI e mantenendo i tagli su Imu per i primi 3 anni di attività. Altre misure a favore di chi fa impresa arriveranno grazie alla pubblicazione di un nuovo bando per contributi alle attività, sulla falsariga del Bando Imprese dell’estate 2020 ma con un plafond di ben 94.075 euro a disposizione per l’anno corrente. Ulteriori agevolazioni, poi, sono previste per le imprese che generano nuovi posti letto a finalità turistica, con l’abbattimento della TARI sempre per il primo triennio.
In previsione, sono previsti introiti pari a 811.457 euro per TARI e pari a 281.230 euro per Irpef, mentre per l’Imu sono previsti 869.000 euro per la parte ordinaria e 120.000 euro per il recupero di arretrati, che continuerà anche nei prossimi anni. Tosap, ICP e DPA (Affissioni) confluiranno nel Canone Unico Patrimoniale il cui ammontare previsto è 60.000 euro.

Servizi sociali

L’emergenza Covid19 ha messo in luce l’importanza di servizi sociali e di sostegno ai nuclei familiari più fragili. Il Comune, per il 2021, prevede di destinare 444.106 euro all’ASP San Vincenzo de’ Paoli, per servizi alla persona, scuola e servizi sociali.
Anche per il 2021 prosegue l’impegno che ha portato all’abbattimento delle rette per il servizio Nido, rendendolo praticamente gratuito. Ciò sarà possibile grazie a 182.000 euro di risorse comunali destinati al dimezzamento delle rette a cui si aggiungono 60.000 euro di fondi regionali, ed il contributo che le famiglie otterranno seguendo l’iter nel sito dell’Inps relativo al Bonus Nido. In questo modo, sommando le varie agevolazioni, la maggior parte dei bambini può frequentare il Nido a costo zero. Sempre in ambito scolastico, è confermata la gratuità dei trasporti scolastici per i bambini che frequentano scuola Materna, primaria e secondaria di primo grado, mentre per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado fino ai 19 anni sono previste agevolazioni, sulla scia di quanto messo in atto negli anni passati. In ambito sociale è stato incrementato il Fondo di Solidarietà Comunale di natura statale, pari nel 2021 a più di 721.000 euro (nel 2020 ammontava a 705.000 euro) e una ricaduta sociale avrà anche l’attuazione del Baratto Amministrativo.

Cultura, turismo e sport

Il 2020 è stato un anno nero per gli eventi culturali in genere, a cui abbiamo dovuto rinunciare a causa dell’emergenza sanitaria. “Non possiamo ancora ragionare sul Teatro Mentore, che comunque in questo momento si rivela essere il prezioso luogo in cui vengono somministrate le vaccinazioni – commenta l’assessora alla cultura Isabel Guidima, visto il successo della scorsa estate, vogliamo realizzare un cartellone estivo di spettacoli che si possano svolgere all’aperto, sia nel capoluogo che nelle frazioni, permettendoci di riprendere lo svago e la socialità in tutta sicurezza”.

Per quanto riguarda spettacoli, sport e turismo sono in bilancio investimenti per 154.000 euro, che oltre al cartellone estivo saranno destinati al mondo del terzo settore: associazioni culturali, ludiche, ricreative, di promozione turistica e sportive, per il loro impegno costante nella realizzazione di eventi, manifestazioni e attività.
Per quanto riguarda lo sport, sono due i grandi eventi previsti nel 2021: il “Giro di Romagna per Dante Alighieri”, che farà tappa a Santa Sofia nel mese di aprile, e il passaggio del “Giro d’Italia” a maggio.

Altri fondi sono previsti per un nuovo progetto di promozione turistica e marketing territoriale, su base triennale: “Anche a seguito dell’alto numero di turisti arrivati a Santa Sofia durante gli scorsi mesi, riteniamo fondamentale investire nell’ambito della promozione turistica – evidenzia l’assessora al turismo Ilaria Marianini -. Parallelamente, crediamo che questa azione possa giovare anche alle strutture ricettive e, in generale, alle attività economiche del territorio”. Da un punto di vista pratico verranno messe in atto varie azioni, dall’aggiornamento del sito web alla presenza sui social, fino alla realizzazione di pacchetti turistici e materiali informativi da distribuire on line e con i canali tradizionali, al fine di comunicare in maniera chiara e veloce le peculiarità del nostro territorio, le attività che si possono svolgere, i luoghi da visitare.

Personale

Un ultimo aspetto da sottolineare riguarda le spese per il personale, che nel 2021 saranno di 935.000 euro, comprensive di versamenti IRAP e contributi previdenziali e assistenziali: una cifra leggermente più alta rispetto al passato, dovuta al fatto che finalmente nel 2020 si è concluso il piano di assunzioni; questo permetterà di garantire una maggiore efficienza all’interno degli uffici comunali.
Ci attendono sicuramente novità su vari ambiti – conclude Valbonesi -. Pensiamo a quello che sarà il nuovo sistema di gestione dei rifiuti e al progetto in via di definizione sull’illuminazione pubblica: cruciale sarà quindi l’impegno nel reperire risorse e nel coinvolgere i cittadini nei processi di cambiamento. Infine, dopo importanti opere che lo scorso anno sono state appaltate e sono attualmente in corso (come l’ex Casa di Riposo – futuro poliambulatorio dei medici di base – ed il primo stralcio della Sala Milleluci), partiranno nuovi cantieri che, oltre a migliorare i servizi, il decoro e la funzionalità del nostro territorio, faranno anche da volano per la nostra economia, sia in paese che nelle frazioni, dove a settimane partiranno interventi di manutenzione stradale straordinaria sia a Spinello che a Corniolo”.