Zattini: «Il Comune farà sempre la sua parte per diffondere l’esercizio della pratica sportiva»

0

Ieri mattina sono intervenuto al VI Congresso Territoriale UISP (Unione Italiana Sport Per tutti) Forlì Cesena APS. Ho voluto ringraziare prima di tutto la presidente di Uisp Forlì Cesena, Rita Scalambra, e tutti gli associati per la preziosa occasione di confronto sul tema dello sport. La forza di volontà e l’abilità che stanno a monte dell’attività sportiva in ogni sua declinazione, sono la testimonianza che parlare di sport è come parlare di vita. Fare squadra nello sport significa fare squadra nella vita ed è questo il primo grande insegnamento che ci trasmettono gli sportivi. Ad ogni livello e in ogni disciplina” annuncia il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini.

Lo sport parla ai giovani – continua – alle categorie più fragili e rappresenta un canale di emancipazione, sociale ed educativa, preziosissimo e irrinunciabile che come Amministratori locali abbiamo l’obbligo di custodire e valorizzare. Lo sport è una sorta di liturgia, di rito e senso di appartenenza. E il verbo appartenere è ammettere che insieme è tutto più bello, più gioioso e più inclusivo. Condividere il piacere di una vittoria o condividere l’amarezza di una sconfitta è molto più edificante che farlo da soli. Ma non dimentichiamoci che lo sport è anche e prima di tutto sano divertimento e voglia di fare squadra. Chi fa sport è custode di un altro importantissimo elemento; è il testimonial involontario di grandi valori umani come l’onestà, la lealtà, il rispetto, l’altruismo, la correttezza e la dedizione“.

È importante ricordare che gli sportivi sono portavoce di buone prassi; un loro atteggiamento, una loro parola può incidere su migliaia di persone ed essere d’esempio per le future generazioni. Da un campione può nascerne un altro. I protagonisti dello sport, infine, non sono solo gli stessi sportivi, ma anche le famiglie, gli allenatori, gli educatori e tutti coloro che fanno parte del mondo sportivo e che contribuiscono a renderlo elemento fondante e virtuoso della nostra società. A tutti loro ho rivolto il mio più sincero e accorato grazie, augurandogli buon lavoro e ricordando che il Comune di Forlì non mancherà mai di fare la sua parte per diffondere l’esercizio della pratica sportiva, renderlo accessibile a tutti ed elevarlo a cometa del percorso di riscatto di ognuno di noi” conclude Zattini.