Lions-Club-Forlì-Host

Il service a favore delle donne maltrattate dal titolo “La valigia di Caterina“, promosso dal Distretto 108 A dei Lions e che a Forlì viene attuato dal Club Host, da diverse settimane sta registrando adesioni e nuovi atti concreti. Il sodalizio presieduto da Caterina Rondelli ha già provveduto a finanziare l’acquisto di mobili per arredare uno dei luoghi dove sono ospitate donne che hanno subito violenza ed ha incamerato l’offerta in denaro effettuata, in occasione del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, da alcuni negozianti di via Maurizio Quadrio per sostenere il progetto.

Il Lions Club Forlì Host sta inoltre finanziando, per un ammontare di 4.600 euro, due corsi di formazione per altrettanti operatori OSS (Operatori Socio Sanitari). A questi corsi potranno partecipare due donne vittime di violenza per fare in modo che, in prospettiva, possano raggiungere, con il proprio lavoro una piena autonomia, non solo economica ma anche psicologica. Nei giorni scorsi un nuovo sostegno è arrivato da Micaela Pantoli, che a Forlì e Provincia rappresenta la notissima linea di prodotti di bellezza Guam, che ha donato al Club diverse confezioni dei famosi fanghi per il viso, i capelli, il bagno e tutto ciò che aiuta una donna ad essere bella.

Micaela Pantoli ha giustificato la donazione con queste parole: “Ho pensato che un po’ di creme per curarsi potevano essere gradite dalle signore che hanno subito violenza e che sono seguite dal Centro Donna del Comune di Forlì. Per cui, presidente Rondelli, la consideri una “valigetta di coccole” per donne che le coccole non le hanno mai avute. Se non ci fosse stato il Covid le avrei proposto un incontro con le interessate per insegnare loro come usare i prodotti ma stante la situazione attuale, per ora le consegno a lei“.

La solidarietà espressa in questo modo – dichiara Caterina Rondellifa doppiamente piacere perché da una parte significa che il nostro impegno è stato apprezzato anche al di fuori del nostro ambito associativo e dall’altra perché Micaela Pantoli sa benissimo che le destinatarie del suo dono difficilmente potrebbero essere sue clienti, in quanto il loro problema è focalizzato sulla soluzione dei bisogni primari e il resto verrà, se verrà, molto più avanti“.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDi Maio (Iv): «Dobbiamo vaccinarci perchè amiamo la libertà e farlo è un dovere sociale»
Articolo successivoIl sostegno del Leo Club Forlì per la mensa dei poveri di Santa Maria del Fiore
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.