L’immunologo di fama mondiale Alberto Mantovani al Collegio di Direzione dell’Ausl Romagna

0

Il professore Alberto Mantovani, immunologo di fama mondiale, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas di Milano e professore emerito dell’Humanitas University, l’11 gennaio sarà ospite, in videocollegamento, del Collegio della Direzione dell’Ausl Romagna. Considerato come lo scienziato italiano più citato e influente nel mondo, spiega di aver scelto di fare il medico perchè “Il compito della medicina è rendere sopportabile la nostra dose di infelicità”.

Il collegio di Direzione, dal titolo “Covid-19, Immunità e Vaccini”, si svolgerà nella sala convegni di Pievesistina e, in videoconferenza, anche nelle sedi dei quattro presidi ospedalieri della Romagna e nella Sala Tison dell’Irst di Meldola. Modereranno l’iniziativa Mattia Altini direttore sanitario dell’Ausl Romagna, Tiziano Carradori direttore generale e Raffaella Angelini direttrice della sanità pubblica.

Abbiamo chiesto al prof. Mantovani, luminare della medicina internazionale di partecipare ad un evento formativo dell’Ausl Romagna – spiega il dottor Altini – perchè vogliamo ribadire l’importanza della vaccinazione al Covid. La vaccinazione è un’arma fondamentale di cui disponiamo e che, grazie alle tecnologie biomediche e a studiosi come il professor Mantovani, è diventata disponibile in meno di un anno dall’insorgere della patologia.
“Ricordo distintamente che 66 giorni dopo la pubblicazione online della sequenza genetica dell’RNA di Sars-CoV-2 è iniziato negli Stati Uniti il primo trial clinico per un vaccino contro questo virus e, a neanche un anno dall’inizio della pandemia, varie campagne di vaccinazione sono già state messe in atto in tutto il mondo. E se adesso, davvero, possiamo vedere la proverbiale ‘luce in fondo al tunnel’ lo dobbiamo anche a questi ricercatori. Non dobbiamo mai dimenticarlo e dobbiamo soprattutto farlo comprendere a tutti. La presenza del professor Mantovani al collegio di Direzione, cioè in un consesso di esperti ed addetti ai lavori, sarà fondamentale, oltre che per illustrare a tutto tondo le potenzialità del vaccino, anche per mettere i nostri professionisti nelle condizioni migliori di fare “informazione” tra la popolazione. Purtroppo vi sono ancora soggetti che addirittura negano il covid o che comunque, predicano la “non vaccinazione”. L’intervento del professor Mantovani vuol essere un contributo, per quanto limitato, a ridurre tutte queste situazioni“.