La testa tra le nuvole

0

Titolo: La testa tra le nuvole. Autrice: Susanna Tamaro. Genere: romanzo.

Trama – Il libro parla di Ruben, un ragazzo di quindici anni che vive in una grande villa insieme alla nonna e alla bisnonna. A lui piace vivere tutti gli agi che la vita gli offre, le sue giornate sono monotone e tranquille. Infatti non ha problemi economici, visto che lo zio Isacco, che vive in America, lo mantiene e lo nomina suo erede universale. Durante un viaggio in treno decide di scappare in america dallo zio. Nella sua vita era apparso infatti Oscar, un educatore sadico spuntato a sorpresa che gli impone delle regole per lui assurde. Da qui la decisione di fuggire in treno verso l’America, dove si ritrova a vivere una serie di esperienze grottesche e stranissime.

Commento – Questo libro d’esordio è come l’autrice stessa lo definisce “un omaggio alla letteratura e alla forza del sogno e della fantasia”, anche se a volte può apparire eccessivamente astratta con la trama di difficile comprensione.

A chi ne consigliamo la lettura e perchè – A tutti coloro che vogliono vivere una vita immaginaria che va alla ricerca del posto ideale e vorrebbero, attraverso la fantasia scoprire il mondo.

Note sull’autrice – Susanna Tamaro è nata a Trieste nel 1957. Vive a Roma e si è diplomata alle magistrali e poi ha vinto una borsa di studio al centro sperimentale di cinematografia  realizzando diversi documentari scientifici per la Rai. Questo è il suo libro d’esordio e ha vinto il Premio Calvino e premio Elsa Morante per l’opera prima (1989).

Loretta e Giovanna

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoronavirus 16 gennaio: otto decessi in provincia e 87 nuovi contagi nel Forlivese
Articolo successivoIl "sanguinoso mucchio": quando i forlivesi sconfissero l'esercito papalino
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).