Coronavirus 18 gennaio: sei morti in provincia e 62 nuovi contagi nel Forlivese

0

Sei decessi (tutti uomini di 61, 73, 74, 80, 83 e 85 anni) e 164 nuovi contagi da Coronavirus nella nostra provincia: 62 a Forlì, 102 a Cesena. Questi i dati accertati alle ore 12,00 di oggi. I 62 nuovi contagi del Forlivese sono così ripartiti: Bertinoro 1, Castrocaro Terme 2, Dovadola 2, Forlì 42, Forlimpopoli 1, Galeata 1, Meldola 2, Modigliana 1, Predappio 3, Rocca San Casciano 4, Santa Sofia 3. “Il totale dei positivi a Castrocaro Terme e Terra del Sole – annuncia la sindaca Marianna Tonellatoad oggi sono 63, di cui 3 ricoverati con sintomi. La situazione alla Casa per Anziani Ziani Venturini è costantemente monitorata da me e dall’Assessore Patrizia Campacci, nonché dalla Asl che ha predisposto già giorni fa il protocollo per la gestione dei casi positivi e non. Lo Sportello Sociale continua ad interloquire con i casi positivi e quarantenati del Comune, ma per necessità il servizio telefonico è attivo in tutte le mattinate dal lunedì al venerdì al numero 3341566956. Continuate a prestare molta attenzione e ad evitare quanto più possibile i contatti con parenti ed amici se non strettamente necessari“.

Ad oggi risultano positivi 35 nostri concittadini di Predappio (3 in meno della scorsa settimana) – aggiunge il sindaco Roberto Canali -. Tre di questi sono ricoverati in strutture ospedaliere, mentre tutti gli altri sono presso le proprie abitazioni. Purtroppo è stato riscontrato un caso di positività alla scuola dell’Infanzia Pettirosso di Fiumana. Seguendo i protocolli impartiti dall’Ausl, alcuni bambini, un’insegnante e parte del personale verranno sottoposti a tampone mercoledì, nella speranza che nessuno di essi sia positivo. L’Amministrazione comunale è sempre vicino ai malati e a disposizione di chi ha particolari bisogni“.

Ho avuto conferma ufficiale dall’Ausl di 1 nuovo contagio da Covid-19 nel Comune di Bertinoro – precisa il sindaco Gabriele Antonio Frattosi tratta di un concittadino legato ai contagi dei giorni scorsi e si trova in isolamento domiciliare. Il dato complessivo bertinorese riaggiornato al 18 gennaio vede in totale 55 concittadini attualmente ricoverati in isolamento domiciliare, seguiti con costanza e competenza dagli operatori dell’Ausl, 2 in struttura ospedaliera, salgono a 319 i concittadini completamente guariti, 7 purtroppo i bertinoresi deceduti a causa del virus“. 

L’Ausl Romagna mi ha appena comunicato – precisa il sindaco di Rocca San Casciano Pier Luigi Lotti – che nella giornata odierna 4 persone residenti nel nostro Comune sono risultate positive al Covid-19. Ad oggi, pertanto, i casi complessivamente accertati di Covid-19 all’interno del Comune di Rocca San Casciano sono 22 alle quali si aggiungono altre 32 persone in isolamento domiciliare e al momento negative. Tutte le persone positive si trovano presso il proprio domicilio e non necessitano di cure ospedaliere. Al fine di non creare inutili allarmismi mi preme specificare che tutti i contagi si sono verificati in ambito familiare“. 

Alla data di oggi risultano positive 4 persone residenti a Modigliana – spiega il sindaco Jader Dardisono tutte in isolamento domiciliare con sintomi e 34 sono state dichiarate guarite. Sempre alla data di oggi, nell’ambito dei comuni della Romagna forlivese, risultano 1266 persone contagiate poste in isolamento domiciliare, sono invece 63 le persone ricoverate in ospedale per Covid e 3 le persone in terapia intensiva. 5777 le persone dichiarate guarite, 230 le persone decedute. In poco più di una settimana di attività, la tenda per i tamponi che è stata installata in piazza Oberdan, si sta dimostrando di grande efficacia per le comunità della val Tramazzo, evitando alle tante persone che sono state chiamate al tampone di doversi recare a Forlì. Anche oggi abbiamo avuto comunicazione dell’esito negativo per i tanti tamponi eseguiti, mi auguro che sia così anche per quelli già in programma domani per le persone entrate in contatto con persone positive e che doverosamente debbono essere sottoposte a controllo“. 

Come da dati ufficiali ricevuti nella giornata di oggi dall’Ausl Romagna il nostro Comune di Civitella di Romagna – presenta i dati il sindaco Claudio Milandripresenta 20 pazienti positivi di cui 1 ricoverati con sintomi e i restanti 19 in isolamento domiciliare. Dall’inizio della pandemia si contano 148 guariti e 2 deceduti per un totale di 170 casi. Rispetto all’ultimo aggiornamento abbiamo avuto un peggioramento della nostra situazione comunale“. 

Vi aggiorno sulla base dei dati ricevuti dall’Ausl, in merito alla situazione a Meldola – illustra il sindaco Roberto Cavalluccinel corso dell’ultima settimana. Nel nostro Comune risultano clinicamente guariti 14 nostri concittadini mentre 17 sono stati i nuovi casi rilevati. Complessivamente sul nostro territorio comunale si registrano 63 casi di positività (la settimana scorsa erano 65), di cui 59 in isolamento nel proprio domicilio e 4 ricoverati in ospedale. A tutti i nostri concittadini ammalati ed alle loro famiglie va la vicinanza dell’Amministrazione Comunale e l’augurio di una veloce guarigione. Purtroppo questa settimana sono deceduti cinque nostri concittadini; si tratta di due donne di anni 95 e di tre uomini rispettivamente di 80, 88 e 92 anni. Alle loro famiglie ed ai loro cari porgo il mio più sentito cordoglio. Alla Casa di Riposo Drudi oggi l’Igiene Pubblica ha effettuato ulteriori tamponi di screening agli ospiti ed agli operatori della struttura per monitorare la situazione. Alla Drudi in questa settimana è stata completata la campagna vaccinale con la somministrazione della prima dose agli ospiti e al personale”.

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.153 nuovi casi in più rispetto a ieri su un totale di 9.980 tamponi (8.736 molecolari e 1.244 antigenici rapidi) eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’11,5%.
Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani. Oggi alle 16,00 si sono raggiunti 118.611 vaccini in totale. A causa dei tagli (pari al 50% delle dosi fornite questa settimana decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech) da oggi e per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle CRA. In Italia, invece, ultimo dato di ieri alle ore 22,45 si sono raggiunti 1.153.501 vaccinazioni.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 547 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 390 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 500 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,5 anni. Sui 547 asintomatici, 315 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 63 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 con gli screening sierologici, 4 tramite i test pre-ricovero. Per 153 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 260 nuovi casi; a seguire Bologna (184), Ferrara (135), Cesena (102); Reggio Emilia (96), Rimini (92), Ravenna (88), Forlì (62), Piacenza (55), Parma (47), Imola (32). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.736 tamponi, per un totale di 2.804.121. A questi si aggiungono anche 53 test sierologici e 1.244 tamponi rapidi effettuati da ieri. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.703 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 140.114. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 54.230 (-601 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 51.428 (-640), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo in regione si registrano 51 nuovi decessi: 5 a Piacenza, 4 in provincia di Parma, 2 in provincia di Reggio Emilia; 8 nel modenese; 7 in provincia di Bologna; 6 nel ferrarese; 9 in provincia di Ravenna; 6 a Forlì-Cesena (tutti uomini di 61, 73, 74, 80, 83 e 85 anni); 2 nel riminese. Infine, si segnalano due decessi fuori regione: un uomo di 79 anni diagnosticato dall’Ausl di Piacenza ma residente in provincia di Pavia, e un uomo di 81 anni diagnosticato dall’Ausl di Bologna ma residente a Napoli. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.797.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 238 (+4 rispetto a ieri), 2.564 quelli negli altri reparti Covid (+35). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 18 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (+1), 20 a Reggio Emilia (+2), 49 a Modena (+2), 45 a Bologna (-1), 13 a Imola (invariato), 29 a Ferrara (invariato), 14 a Ravenna (-1), 3 a Forlì (invariato), 5 a Cesena (-1) e 28 a Rimini (+1).
Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.515 a Piacenza (+55 rispetto a ieri, di cui 29 sintomatici), 14.449 a Parma (+47, di cui 35 sintomatici), 27.167 a Reggio Emilia (+96, di cui 40 sintomatici), 36.254 Modena (+260, di cui 156 sintomatici), 40.221 a Bologna (+184, di cui 96 sintomatici), 6.440 casi a Imola (+32, di cui 18 sintomatici), 11.486 a Ferrara (+135, di cui 41 sintomatici), 15.484 a Ravenna (+88, di cui 36 sintomatici), 7.309 a Forlì (+62, di cui 41 sintomatici), 8.372 a Cesena (+102, di cui 79 sintomatici) e 18.444 a Rimini (+92, di cui 35 sintomatici).