Tramec Cento – Unieuro Forlì: 54-72

Tramec Cento: Petrovic 12 (4/5, 1/5), Cotton 11 (3/10, 1/5), Sherrod 10 (4/8), Moreno 4 (1/2, 0/1), Leonzio 4 (1/2, 0/3), Ranuzzi 4 (2/5, 0/1), Berti 4 (1/1), Gasparin 3 (0/4, 1/5), Fallucca 2 (1/3, 0/5), Rayner n.e, Saladini n.e, Roncarati n.e. All.: Mecacci.
Tiri da due: 17/40 (43%). Tiri da tre: 3/25 (12%). Tiri liberi: 11/13 (85%). Rimbalzi: 33 (22+10). Assist: 13.
Unieuro Forlì: Roderick 18 (8/10, 0/1), Rush 14 (4/7, 2/5), Landi 10 (1/2, 2/3), Rodriguez 6 (0/3, 2/6), Bolpin 6 (1/5, 1/4), Bruttini 6 (3/5), Dilas 4 (1/5), Giachetti 4 (2/4, 0/2), Campori 4 (1/1 da tre), Babacar Ndour, Zambianchi, Nicola Natali n.e. All.: Dell’Agnello.
Tiri da due: 20/41 (49%). Tiri da tre: 8/22 (36%). Tiri liberi: 8/13 (62%). Rimbalzi: 52 (35+17). – Assist: 12.
Parziali: 9-22, 15-14, 15-19, 15-17.
Arbitri: Bartoli, Rudellat, Martellosio.

L’Unieuro vince anche sul campo di Cento e comincia nel migliore dei modi il suo girone di ritorno con la decima vittoria (su 11). Dopo il minuto di silenzio per ricordare l’ex allenatore forlivese “Dado” Lombardi si comincia. Dell’Agnello deve ancora rinunciare a Natali claudicante (foto Massimo Nazzaro).

Rush apre la gara con i primi due punti, ai quali risponde Petrovic (5-2). La coppia americana forlivese Roderick-Rush segnano insieme 15 punti in 4 minuti (9-15). La difesa dell’Unieuro è pitonesca e genera un cospicuo vantaggio. Cento dopo il canestro di Cotton al 5’, non segna più nel quarto, mentre l’Unieuro trova la tripla di Rodriguez, i liberi di Roderick e il canestro sulla sirena di Rush in contropiede. Fine primo quarto: 9-22.

Si ricomincia la seconda frazione con i liberi di Campori e Bolpin (11-27). Giachetti, con il più classico dei “palleggio-arresto-e tiro”, segna il canestro del +16 (13-29). È ancora l’inarrestabile Roderick a guidare l’attacco romagnolo (14 punti con 6/8 da due a fine primo tempo) e a segnare 4 punti di fila per il +14 (19-33). Cento trova i canestri di Petrovic e Cotton, ma il primo tempo si chiude sul 24-36: i soli 24 subiti in 20 minuti, evidenziano la muraglia difensiva biancorossa.

I due punti di Bruttini aprono il terzo quarto, ai quali seguono il canestro di Roderick e la tripla del +17 di Rodriguez (26-43). Ancora una bomba, questa volta di Rush, e i liberi di Landi, sono quelli del +20 (30-50) al 26’. Cento segna 4 punti di fila, ma Bruttini e Campori con una tripla valgono il +19 (36-55). Il quarto si chiude con la tripla di Gasparin (39-55).

Roderick e Giachetti aprono l’ultimo periodo, e la tripla di Landi vale il massimo vantaggio della gara +2 (40-64). Difensivamente, nei primi 4′, l’Unieuro porta la Tramec a segnare solo un punto su libero, e questo gli permette di mettere in ghiaccio il match. Quando si entra negli ultimi 5′ i biancorossi trovano ancora i punti di Bolpin e Landi, che converte dopo un ottimo rimbalzo offensivo (46-68). I due punti di Dilas permettono di toccare quota 70, ed il match si chiude sul 54-72.

Dell’Agnello a fine partita: “L’impressione è che per continuità sui 40 minuti sia stata una delle migliori prestazioni fatte quest’anno. Come dicevamo ieri temevamo i loro giochi a due e gli scarichi dei tiratori che ne derivavano: siamo stati molto bravi a contrastarli in questo e la gara è stata, tutto sommato, sempre sotto il nostro controllo”.