cucina-risparmio

Molte famiglie nell’ultimo anno hanno dovuto rimodulare i propri consumi per affrontare la crisi scatenata dall’emergenza sanitaria. Tagliare le spese delle utenze domestiche è un obiettivo di molte persone, utile per smussare quelle uscite economiche che non possono essere evitate e per gestire anche meglio il proprio budget. Di seguito qualche suggerimento da seguire per ridurre i consumi in casa, in particolare in cucina.

Valutare sempre le offerte del mercato

Spesso per pigrizia o per timori di varia natura si tende a non prendere in considerazione la possibilità (preziosa) di passare a un gestore diverso da quello attuale. Questo step però potrebbe essere di grande aiuto in ottica di risparmio, soprattutto se le proprie abitudini di consumo sono diverse rispetto a quando si è sottoscritto il contratto di fornitura. Per avere maggiore consapevolezza dei prezzi proposti sul mercato è possibile ad esempio utilizzare un configuratore come quello presente sul sito di Accendilucegas, in modo da effettuare un confronto delle diverse tariffe del gas. Se ci si rende conto di spendere troppo per questa voce di spesa, il passaggio a un altro fornitore è senz’altro il primo passo da fare.

Occhio ai metodi di cottura

Poche persone mettono in discussione i metodi di cottura che si utilizzano più spesso, pensando che questi siano in fondo irrilevanti quando si tratta di consumi. Eppure basterebbe prediligere alcuni metodi rispetto ad altri per tagliare le spese in maniera consistente: la cottura a vapore a castello, ad esempio, permette di cuocere contemporaneamente alimenti diversi utilizzando un solo fornello, con un risparmio non indifferente a livello di consumo di gas e diversi vantaggi dal punto di vista nutrizionale ed ecologici. Anche l’uso del forno è fonte di sprechi inutili, più di quanto si creda: si può ad esempio fare a meno della fase di preriscaldamento con la maggior parte dei forni moderni, e spegnerlo una decina di minuti prima del previsto per limitare ulteriormente i consumi.

Coperchio e altri alleati

Mettere sempre il coperchio su pentole e padelle che contengono cibi in cottura velocizzerà i tempi e taglierà notevolmente i consumi di gas ed energia. Lo stesso vale per il bollitore elettrico quando si parla di acqua da portare a ebollizione per la cottura della pasta, ad esempio: riscaldandola in questo modo si potrà ridurre sensibilmente il consumo di gas dei fornelli, in quanto richiederà un tempo molto minore. Infine, se si ha necessità di riscaldare spesso dei cibi conservati in frigorifero, si dovrebbe avere sempre l’accortezza di tirarli fuori con qualche minuto di anticipo.