Bertinoro continua il contrasto al “digital divide” per facilitare la didattica a distanza

0

Bertinoro continua il contrasto al “digital divide” (in italiano divario digitale Ndr) per facilitare la didattica a distanza: proprio la scorsa estate il Comune di Bertinoro aveva promosso un bando per la concessione di buoni per l’acquisto di computer e tablet per studenti e studentesse, grazie ai finanziamenti concessi dalla Regione Emilia-Romagna. Le famiglie che avevano partecipato al bando erano state più di 80 e quelle che avevano beneficiato dei device 31.

L’Amministrazione Comunale ha deciso di stanziare dei fondi comunali per permettere ad altre famiglie di acquistare tablet o pc. Il sindaco Gabriele Antonio Fratto ha dichiarato: “In considerazione dell’alto numero di domande pervenute e dell’esigenza delle famiglie di avere strumentazione informatica per la didattica a distanza per il perdurare dell’emergenza covid-19, questa Amministrazione ha valutato di aumentare il fondo fino a 10.000 euro per gli studenti e le studentesse più in difficoltà. Si è deciso di erogare 20 bonus da 500 euro, scorrendo la graduatoria dalle prime 20 posizioni di coloro che non avevo ricevuto il contributo a settembre scorso”.

L’assessora alle politiche educative Sara Londrillo illustra le modalità di erogazione dei fondi: “I nostri servizi sociali avevano attivato la piattaforma informatica Shopping Plus, per l’erogazione di buoni spesa legati all’emergenza covid-19. Sempre con la stessa piattaforma è possibile caricare sulla tessera sanitaria del beneficiario il contributo economico ricevuto, che le famiglie possono utilizzare presso i negozi accreditati sul sistema. È possibile acquistare pc e tablet ma anche stampanti e modem, ovvero tutto ciò che facilita la d.a.d. che per moltissimi studenti è purtroppo ancora la quotidianità”.

Il sindaco Fratto conclude: “Le famiglie hanno appena ricevuto gli accrediti sulla tessera sanitaria e potranno essere utilizzati già da adesso e nei prossimi mesi presso i due negozi di elettronica che si sono resi disponibili e che ringraziamo: Expert Centro Radio TV Casadei di Forlì e Computer Lab di Cesena”.