Municipio Castrocaro

Il 14 gennaio è stata effettuata la consegna dei lavori per la realizzazione della nuova palestra scolastica di Castrocaro Terme e Terra del Sole. La realizzazione è stata affidata alla ditta appaltatrice Esteel di Roma con contratto di appalto sottoscritto il 23 dicembre scorso. L’opera è finanziata per 500.000 euro a fondo sviluppo e coesione, € 1.157.000 dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e ricerca, € 343.000 come mutuo della cassa depositi e prestiti con i fondi del risparmio postale, € 60.000 come fondi del bilancio comunale, € 81.054,77 come avanzo di amministrazione esercizio 2019 per gli interventi di completamento.

L’importo complessivo di quadro tecnico economico è di € 2.141.054,77 comprensivo dei lavori principali e di completamento, somme a disposizione dell’amministrazione comunale e ribasso d’asta L’opera verrà realizzata entro 455 giorni dal verbale di consegna.
L’Amministrazione è particolarmente soddisfatta del risultato ottenuto: si tratta difatti della realizzazione di una palestra già predisposta per i requisiti CONI, e non già di una semplice palestra scolastica; il suo finanziamento è dovuto quasi esclusivamente a risorse esterne, non gravando pertanto sul bilancio comunale e sulle tasche dei nostri Concittadini. I tempi avuti per la ricerca delle risorse finanziarie, di progettazione, di preparazione della gara d’appalto e di aggiudicazione, nonché di realizzazione, sono stati assolutamente in linea con i tempi previsti per queste procedure e non hanno subito alcun ritardo, malgrado l’emergenza Covid” si legge in una nota del Comune di Castrocaro.

Inoltre, è in corso di sottoscrizione in questi giorni il contratto di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva per intervento di miglioramento sismico con recupero del Mastio della Fortezza di Castrocaro. Il servizio di progettazione è finanziato in toto dal Ministero dell’Interno di concerto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con decreto del 18 novembre 2019. Seguirà quindi l’intervento, dell’importo complessivo di € 350.000, che è stato cofinanziato per € 210.000 con fondi della Regione Emilia Romagna” conclude la nota dell’Amministrazione.