Zattini: «Peccato che Calderoni abbia voluto prendere le distanze dal progetto Romagna Salute»

0

Romagna Salute è la sintesi di un percorso articolato e virtuoso tra pubblico e privato, un progetto universitario di ampio respiro che proietta Forlì, e il suo campus, al centro del sistema formativo ospedaliero di tutta la Romagna. La nostra è una convenzione con radici solide, incardinata nel principio guida della trasparenza amministrativa e in quello, ancora più importante, della rendicontazione sistematica delle risorse pubbliche” è il commento del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini.

Con l’approvazione di questo importante provvedimento, la città di Forlì si appresta a solcare il palco delle grandi metropoli universitarie, mettendo in mano ai suoi studenti il futuro stesso della sanità romagnola. Ma il voto di oggi deve essere una tappa, non la conclusione, di un lungo e più ampio percorso di arricchimento del nostro sistema formativo e di ricerca. Un percorso in cui la costituzione della facoltà di medicina era, è e sarà sempre la priorità di questa Amministrazione” continua il primo cittadino.

Perché se il dovere di un’università è quello di fare il bene dei propri studenti, quello di un’Amministrazione responsabile è di fare il bene del proprio sistema universitario, mettendovi a disposizione gli strumenti e le risorse. Spiace che ancora una volta, attraverso il proprio voto di astensione, l’ex candidato sindaco del centro sinistra, Giorgio Calderoni, abbia voluto prendere le distanze da questo progetto, definendo la convenzione poc’anzi deliberata un “testo scialbo e generico”. Anche oggi, per logiche estranee a questa Giunta, l’unanimità è purtroppo sfumata” conclude Zattini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO