Un’opera di Roberto Casadio nel calendario dell’Associazione Gli Elefanti

Nell'edizione 2021 ricordati anche Francesco Giuliari, Carmen Silvestroni, Guerriero Cortini, Glauco Fiorini

0

Per il diciannovesimo anno consecutivo le opere di artisti forlivesi accompagnano lo scorrere dei mesi all’interno del calendario dell’Associazione “Gli Elefanti”, che, fin dalla prima edizione nata da un’idea di Alessandro Gagliardi, ha come motto “Un anno d’Arte per una vita di Solidarietà”.

I proventi delle vendite saranno destinati al sostegno delle iniziative di solidarietà promosse dal sodalizio e per finanziare il Centro d’aiuto allo studio per ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA – dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia) di Forlì.
Per l’edizione del 2021 del calendario sono state scelte le immagini di opere di otto artisti (uno ha realizzato la copertina), che nel corso degli anni sono diventati amici e collaboratori dell’Associazione. Si è inoltre deciso di rendere omaggio a cinque rappresentanti della cultura forlivese fra tutti quelli deceduti nel corso degli ultimi 25 anni che si sono distinti anche in campo pittorico o scultoreo.

Gli artisti del 2021 sono: Giuseppe Tolo (copertina), Barbara Spazzoli, Roberto Casadio (nella foto una sua opera), Franco Giannelli (Grota), Sara Sax Guidi, Paolo Vignali, Vanni Perpignani, Francesco Giuliari, Paolo Graziani, Carmen Silvestroni, Franco Vignazia, Guerriero Cortini, Glauco Fiorini. In questa circostanza viene presentata l’opera di Roberto Casadio pubblicata nel lunario, mentre nei prossimi giorni verranno pubblicate le altre degli artisti scomparsi, anche al fine di ricordarli a tutti i forlivesi e ai tanti estimatori che ancora oggi hanno una vivida memoria del loro operato.

Roberto Casadio (1942-2020) dopo il Liceo artistico ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Ravenna. Dal 1965 al 1999 ha insegnato educazione artistica presso scuole medie e superiori di varie città italiane, soprattutto a Forlì dove ha operato nel mondo della scuola per oltre vent’anni. La sua vocazione si rilevò a quattordici anni con la passione per il disegno e la pittura. L’esordio espositivo avvenne nel 1971 al Festival dei Due Mondi a Spoleto. Seguirono innumerevoli mostre personali e collettive. Ha esposto per anni presso la Galleria Mantellini di Forlì e dal 1986 alla Galleria Farneti che ha ospitato con una certa regolarità esposizioni di sue opere. Nel 2010 ha illustrato “L’inferno di Dante”, pubblicazione a cura di Andrea Brigliadori, con 51 tavole di cui fu sottolineata “la disposizione al realismo e all’espressionismo”.
Per acquistare il calendario è possibile contattare Gianni Matteucci al 3397028348.

Gabriele Zelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteUnieuro Forlì: donati peluche e panettoni alla Pediatria del Morgagni-Pierantoni
Articolo successivoPremiate da Alea Ambiente le classi vincitrici del concorso per le scuole
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.