Pubblicato il calendario 2021 dedicato alle ville storiche di Cervia e di Milano Marittima

Iniziativa a scopo benefico a favore dell'AIL

0

A Cervia è in distribuzione il calendario 2021 dedicato alle ville storiche della località balneare e di Milano Marittima. La realizzazione del nuovo lunario è nel segno della continuità rispetto ad un progetto avviato due anni fa. Quelli stampati nel 2019 e nel 2020, che hanno suscitato molta curiosità ed hanno avuto un grande successo, erano dedicati rispettivamente ai villini di Cervia e di Milano Marittima. In realtà, più che di calendari, si tratta di pubblicazioni da conservare perchè presentano un interesse legato al ricco corredo fotografico, il quale documenta un aspetto molto interessante della storia cervese ed ogni pagina è arricchita da una ricetta delle tradizioni gastronomiche locali e romagnole a cura di Paola Pirini.

Quello del recupero e della valorizzazione delle ville storiche è un tema di grande attualità dal punto di vista culturale, architettonico, artistico e del legame al concetto di bellezza. Per dirla con le parole di Giuseppe Palanti (1881-1946), il grande artista milanese fondatore di Milano Marittima, alla base del progetto e del piano regolatore del 1912 della “città giardino” c’era il sogno di “sposare la poesia con la praticità del vivere”.
Il calendario, che in copertina propone una delle prime, belle locandine promozionali di Cervia degli anni Trenta, è diviso in due parti. Le prime sei pagine riguardano Cervia e le seconde sei Milano Marittima dove sono riportate una selezione di foto storiche tratte dalle collezioni di Renato Lombardi, di Oscar Turroni e di Gabriele Bernabini. Delle ville storiche riportate circa una metà non è più esistente. Va reso merito tuttavia al Comune di Cervia di averne tutelate circa sessanta con un provvedimento di salvaguardia del 1997, equamente divise tra Cervia e Milano Marittima. Un patrimonio architettonico straordinario, che merita di essere valorizzato.

In ogni pagina del calendario sono indicate le informazioni di carattere storico riguardanti le singole ville per meglio comprendere la loro collocazione e il loro inserimento nel contesto urbano. La pubblicazione, ideata e curata da Renato Lombardi, è stata realizzata grazie al supporto e alla collaborazione determinanti di Paola Pirini, che, oltre ad avere una tradizione più che ventennale nel settore della ristorazione, è animata da una grande passione per valorizzare gli aspetti di socializzazione di Borgo Marina (e non solo), di recupero e di valorizzazione dell’identità storica del territorio.

Il calendario ha finalità benefiche perché ricavato della sua diffusione sarà devoluto da Paola Pirini esclusivamente a favore e sostegno dell’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma). Con i fondi raccolti l’AIL continua a sostenere la ricerca, a potenziare il servizio di assistenza domiciliare, a supportare i Centri di Ematologia e Trapianto di cellule staminali; a promuovere la formazione e l’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio, a sostenere il servizio di supporto psicologico e pratico ai malati e ai loro famigliari.

Paola Pirini ha interamente coperto le spese di stampa del calendario e negli ultimi due anni ha devoluto cinquemila euro a favore dell’AIL. La presentazione ufficiale è rimandata a tempi migliori, ma per chi vuole procurarsi il calendario può telefonare a Paola Pirini (tel. 3397022905), oppure rivolgersi all’Occhialeria La Lunetta, viale Roma 3, Cervia, sede di riferimento della Delegazione cervese dell’AIL “Stefano Pirini”.

Gabriele Zelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoronavirus 25 dicembre: tre decessi nel Forlivese e 230 nuovi contagi in provincia
Articolo successivoL'opera di Guerriero Cortini nel calendario dell’Associazione Gli Elefanti
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO