Il Lions Club Forlì Host e il progetto “Merende sane” per un’alimentazione corretta

0

Salute e Solidarietà, l’associazione di volontariato sanitario del territorio forlivese offre, fra l’altro, anche un supporto ai bisogni sanitari delle famiglie con minori in difficoltà ed ha pertanto messo in atto una collaborazione con l’Associazione Welcome che gestisce un Centro educativo in città, nella parrocchia di S. Antonio Abate in Ravaldino. Il Centro Welcome si rivolge ai bambini e agli adolescenti in condizione di svantaggio socio economico provenienti perlopiù da altri paesi, con lo scopo di tutelare i loro diritti primari e di avviare processi di inclusione, integrazione e valorizzazione delle diversità.

A partire dal 2018 le due associazioni hanno avviato un progetto di educazione sanitaria su sani stili di vita, chiamato i “Martedì della salute”, che è stato presentato da Giorgio Maria Verdecchia, Daniela Valpiani, per Salute e Solidarietà, Adele Pagnotta, Patrizia Galassi e Laura Gasperi, per Welcome, e Caterina Rondelli, per il Lions Club Forlì Host. Obiettivo principale dell’iniziativa è quello di aprire uno spazio di confronto sui comportamenti alimentari, con i genitori dei bambini frequentanti il Centro educativo, per dimostrare che è possibile “mangiare sano” nel rispetto delle abitudini familiari e dei paesi di provenienza.

Con la nuova progettazione “Merende sane” si intende dar seguito alle indicazioni emerse nella prima fase e favorire buone abitudini alimentari fornendo merende sane e gradite ai bambini e alle bambine (frutta di stagione, prodotti da forno freschi, yogurt), da consumare direttamente nei pomeriggi in cui frequentano il centro. Attualmente i minori iscritti sono 55 con una frequenza bisettimanale. Considerata l’importanza del progetto il Consiglio direttivo del Lions Club Forlì Host, presieduto da Caterina Rondelli (nella foto), ha deciso di finanziare l’acquisto di merende ‘biologiche’ per un importo di 2.000 euro, nel rispetto delle norme igieniche previste per il consumo in comunità.

Pertanto, nel primo semestre 2021, già a partire dall’inizio dell’anno, dopo una primissima fase in cui verranno informate le famiglie attraverso i social e gli altri canali di comunicazione, i bambini che frequenteranno il Centro potranno godere di una merenda che oltre a nutrire il corpo, costituirà un’occasione di educazione ad un’alimentazione corretta e al rispetto del cibo. Per ulteriori informazioni si possono consultare i siti: www.salesol.org; www.welcomeodv.org.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMarco Granelli alla presidenza di Confartigianato nazionale
Articolo successivoI cachi dimenticati del cimitero monumentale di Forlì
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.