Il calendario dell’Associazione Gli Elefanti ricorda Glauco Fiorini

0

Il calendario dell’Associazione “Gli Elefanti“, che fin dall’inizio si è caratterizzato perché lo scorrere dei mesi è accompagnato dall’immagine di un’opera realizzata da un artista forlivese, ricorda Glauco Fiorini (1941-1994), scomparso diversi anni prima dell’ideazione del lunario da parte di Alessandro Gagliardi. Nell’edizione attualmente in distribuzione, infatti, è stata pubblicata la foto di un suo bassorilievo dal titolo “Famiglia”, che qui viene presentata.

Glauco Fiorini si diplomò al Liceo Artistico di Ravenna e successivamente frequentò il Corso di Disegno Anatomo Chirurgico presso l’Istituto Rizzoli di Bologna. Giovane insegnante di educazione artistica, allestì in Sardegna, la sua prima importante mostra d’arte. Personalità ribelle ed inquieta alternò momenti di assidua presenza alle manifestazioni artistiche a lunghi periodi di silenzio e di solitaria ricerca, durante i quali maturò un originale linguaggio stilistico e un accurato uso dei materiali. Fiorini ha lasciato moltissime opere grafiche, scultoree, e disegni, frutto di una intensissima passione per il lavoro al quale si dedicò con abilità artigianale. Le sue sculture sono state protagoniste di esposizioni ambientali in giardini, rocche, ville o di maestose scenografie. Nel piazzale della Pieve di San Martino in Strada e nel Parco Urbano “Franco Agosto” si possono ammirare due sculture in bronzo, rispettivamente “E poi…” e “La Famiglia”, donate dall’Associazione “Glauco Fiorini” alla città di Forlì, mentre nell’atrio della scuola primaria di primo grado di Villafranca è collocato il bassorilievo “Il volo”, in questo caso donato dalla famiglia Fiorini Amati.

Al pittore e scultore, nato a San Martino in Strada, sono dedicate le scuole medie di Villafranca di Forlì e di Dovadola, dove Fiorini insegnò lasciando un ricordo indelebile.
Le prime tre uscite del calendario dell’Associazione “Gli Elefanti”, giunto alla IXX edizione, furono caratterizzate da una stampa che consentiva solo di appenderlo al muro, così come era abitudine fin dalla pubblicazione dei primi lunari cartacei, poi si decise di realizzare un formato che potesse essere collocato sui tavoli da lavoro e sulle scrivanie, più pratico e più maneggevole. Il ricavato delle vendite è destinato a finanziare le attività dell’associazione che lo edita e per sostenere il Centro d’aiuto allo studio rivolto agli alunni delle scuole elementari e medie con problemi di apprendimento, che opera nei locali attigui alla chiesa di San Giovanni Battista in Coriano (via Correcchio 4, Forlì).

Massimo Fabbri, presidente dell’Associazione, ricorda che: “Dal 2016 è stato avviato anche il Gruppo Superiori “Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) per fornire un aiuto concreto ai ragazzi che frequentano le scuole medie superiori e, dal 2018, un Gruppo Genitori per condividere i vissuti che accompagnano la storia dei giovani con DSA che seguiamo e delle loro famiglie. Anche durante il periodo di lockdown della scorsa primavera le attività sono continuate gratuitamente, da remoto, offrendo un supporto, proprio perché gli educatori e i volontari del Centro hanno a cuore le famiglie dei ragazzi e il percorso di crescita di quest’ultimi. Naturalmente questa e le altre attività assorbono energie fisiche e finanziarie. Per avere la disponibilità di queste ultime chiediamo di sostenerci acquistando il calendario rivolgendosi a Gianni Matteucci al 3397028348, oppure con erogazioni liberali (consultare il sito www.associazioneglielefanti.it). Sono ben accetti anche volontari che volessero dedicare tempo alle nostre attività”.

Gabriele Zelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteDove vedere film in streaming e quanti giga si consumano sulle diverse piattaforme
Articolo successivoLa dottoressa Emilia Biguzzi la prima vaccinata di Forlì
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.