Fumettoteca-Calle-Umiliacchi-Testata-2020

La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, unica realtà in Emilia Romagna, celebra oggi la “Giornata mondiale del volontariato”. In occasione di questa manifestazione targata 2020, la Fumettoteca propone sul sito ufficiale da sabato 5 dicembre fino alla fine del mese una mostraonline e la testimonianza dei due TeleVolontari che stanno collaborando con la Fumettoteca, Annalisa Zignani e Giuseppe Allegrini, che raccontano in un apposito video la propria esperienza di volontariato alla “Biblioteca dei Fumetti”. La mostra e la testimonianza, in ottemperanza con le vigenti norme igienico-sanitarie, saranno disponibili online e potranno essere viste comodamente da casa.

Un evento per sensibilizzare sul tema sempre attuale del volontariato, sulle sue opportunità, i suoi vantaggi e sulle declinazioni che può assumere, anche a distanza. L’esposizione online realizzata con contenuti tratti da opere fumettistiche chiarirà l’idea di che cosa può essere il volontariato e darà un volto concreto alla solidarietà.
La “Giornata mondiale del volontariato” compie 35 anni e l’attività della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” in tal senso non si è mai fermata. Quest’anno, nonostante la difficile situazione igienico-sanitaria, o forse proprio grazie a questa, la “Biblioteca dei Fumetti” ha fatto proprio il concetto di “telelavoro”, mutuandolo in quello di “TeleVolontariato”.

A marzo, durante il lockdown, questa possibilità si era già concretizzata una volta. Con l’arrivo dell’autunno, la Fumettoteca ha conosciuto la solidarietà di altri due TeleVolontari, Annalisa e Giuseppe da Cesena, che hanno accolto a braccia aperte la possibilità di aderire al “lavoro agile” standosene comodamente sul divano di casa. Gli “Smart Volunteers”, i TeleVolontari, dal loro ufficio domestico possono così contribuire all’attività della “Biblioteca dei Fumetti”, senza spostarsi di casa, con il supporto dei componenti dello Staff in sede e l’esperto Gianluca Umiliacchi. Un’opportunità, quella offerta dalla Fumettoteca, che punta i riflettori sull’importanza dell’attività del volontariato, sul suo valore a livello umano e personale, e che può assumere forme sempre diverse.

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Castelnuovo si rinnova la tradizione del presepio
Articolo successivoEuropa Verde: “Limitazioni alla caccia al cinghiale per evitare assembramenti e nuovi focolai di covid"
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.