Barriere-architettoniche

#NessunoEscluso: con questo hashtag parte oggi in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, l’azione sinergica dei consiglieri del Movimento 5 Stelle sui territori per impegnare i Comuni d’Italia a garantire i diritti delle persone con disabilità adempiendo alle richieste della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità Onu del 2006 e dell’Atto Europeo sull’accessibilità del 2019.

Il Movimento 5 Stelle di Forlì si è unito alla rete nazionale presentando oggi una mozione che impegna il Comune a redigere un piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche in modo da garantire il diritto di accessibilità per tutti i cittadini, promuovere una campagna di ascolto cittadina per raccogliere segnalazioni di barriere che limitino l’accessibilità a spazi o servizi comunali, dotarsi di un disability manager e fornirgli gli adeguati supporti per poter pienamente operare, finanziare gli interventi previsti nel PEBA in base alle priorità stabilite di concerto con la cittadinanza e le associazioni e con il supporto del disability manager, promuovere l’attivazione di un disability manager anche presso le aziende partecipate, conformare sempre più ogni servizio, comunicazione, struttura, procedimento e azione amministrativa, alle migliori pratiche dell’accessibilità universale, sollecitare il governo nazionale a supportare i Comuni a livello di competenze fornendo consulenze tecniche e formazione per la redazione dei PEBA e in generale di tutte le progettualità per rendere ogni spazio, servizio, evento e attività accessibile a tutte le persone indipendentemente dalla loro condizione.

La mozione è stata predisposta in rete sulla piattaforma Rousseau da oltre cento consiglieri comunali che, coordinati da Marco Piazza, referente della funzione Sharing di Rousseau dedicata alla condivisione di atti, qui hanno potuto commentarla, perfezionarla e scaricarla. L’iniziativa è frutto di un lavoro sinergico e collettivo tra Parlamento e territori, coordinato dalla facilitatrice nazionale Coordinamento e Affari Interni Enrica Sabatini, che vede impegnati alla Camera la portavoce del Movimento 5 Stelle nella Commissione Affari Sociali Celeste D’Arrando e al Senato il portavoce del Movimento 5 Stelle in Commissione Ambiente Ruggiero Quarto con l’obiettivo di arrivare a discutere in entrambi i rami del Parlamento la mozione “Accessibility Act”.

Già nel 2016, durante il precedente mandato, fu approvata dal Consiglio comunale una nostra mozione che chiedeva la realizzazione di un piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, purtroppo però l’amministrazione di centrosinistra non lo realizzò mai, nonostante vari solleciti. Ora chiediamo a questa nuova amministrazione un nuovo impegno in questo senso e un ulteriore passo avanti, ma non ci accontenteremo solo di altre parole, dopo tanti anni è necessario passare ai fatti”, concludono i consiglieri comunali Daniele Vergini e Simone Benini del Movimento 5 Stelle di Forlì.