Forlì dall'alto Piazza Saffi

Nella classifica sulla qualità della vita 2020 elaborata da Italia Oggi e dall’Univeristà La Sapienza di Roma la provincia di Forlì-Cesena è 29° attestandosi al secondo posto in Emilia Romagna dietro a Bologna (27°). Pordenone è prima, Foggia ultima delle 107 province analizzate.

Forlì-Cesena è 8° in “Affari e lavoro”, non certo ben posizionata inserendosi al 57° posto nella voce “Ambiente” (penalizza il 73° posto nella densità di verde urbano e il 62° posto nella raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani). Negativa la posizione della nostra provincia nella classifica dei “reati e sicurezza” (75°).

Nella “Sicurezza sociale” 32° posizione, buon posizionamento nella “Istruzione, formazione, capitale umano (19°) e nella “Popolazione” 43°. Nella graduatoria “Sistema salute” FC si attesta in 71° e 25° in “Tempo libero”. Per finire in “Reddito e ricchezza” vale il 35° posto. 

La provincia di Forlì-Cesena risulta al 29 posto, Ravenna al 57° mentre Rimini al 68° posto nella classifica della qualità della vita stilata dal ItaliaOggi con La Sapienza di Roma – è il commento del parlamentare di Italia Viva Marco Di Maio -. Buoni i risultati in termini di occupazione e lavoro, ma anche per numero di imprese e qualità dell’istruzione soprattutto per la provincia di Forlì-Cesena. In generale invece preoccupa il problema della criminalità, soprattutto a Ravenna e a Rimini. Ma al di là di queste classifiche, che danno comunque una visione parziale, chi vive in Romagna conosce i molti punti di forza che rendono la nostra terra una tra quelle con la più alta qualità della vita. Ciò non significa che non esistano criticità, soprattutto nella fase di crisi che stiamo affrontando: per questo continuiamo a lavorare con spirito di collaborazione con tutte le istituzioni che sono disponibili a farlo, a prescindere dal colore politico”.