Locandina-infanzia

La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” in occasione della “Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, manifestazione targata 2020, proporrà al grande pubblico un’esposizione dedicata al mondo dei bambini. L’evento, promosso allo scopo di sensibilizzare tutti i cittadini sul delicato tema dei diritti dei più piccoli, prevede una mostra online a partire da lunedì 16 novembre, organizzata dalla Biblioteca dei fumetti, unica realtà della regione Emilia-Romagna, con la possibilità di consultare i fumetti dedicati ai più piccoli comodamente da casa.

Quest’anno, grazie alla donazione del “Fondo Alessio Legramante”, giunta da Frascati, Roma, con varie decine di migliaia di pezzi, da parte di Jacopo M. Legramante, figlio del collezionista Alessio Legramante, si potrà visionare un’infinità di “bambini fumettati”.
Un evento, ad oltre trent’anni dalla nascita della Convenzione della internazionale sui diritti dell’Infanzia, che si svolgerà nel pieno rispetto delle normative igienico-sanitarie vigenti anti-Covid e che, anche a causa dell’attuale situazione, vuole dedicare ancora più spazio al mondo dei bambini.

E allora quale modo migliore di farlo se non attraverso i fumetti, così tanto amati dai più piccoli e non solo? Da Charlie Brown con il suo amico Linus, ai divertentissimi Calvin e Hobbes, dallo scatenato Dennis la Minaccia sul Corriere dei Piccoli, passando per i grandi classici intramontabili come Qui, Quo, Qua e Titeuf, tutti i bambini potranno conoscere e riconoscersi nelle avventure quotidiane dei loro amici a vignette. Con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sul tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, l’esposizione online vuole anche creare un’occasione per discutere e confrontarsi sulla problematica sociale, davanti a qualche bel fumetto.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Vitamina (L)egalità”: il Comune avvia una stagione con progetti e iniziative per la legalità
Articolo successivoPD Forlì: «Le dichiarazioni di Mezzacapo sono deliranti, ci accusa di fare il nostro dovere»
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.