Coronavirus 19 novembre: un decesso e 61 nuovi contagi nel Forlivese

0

Sono 114 i nuovi contagi da Coronavirus nella nostra provincia: 61 a Forlì, 53 a Cesena (che supera quota 3.000 casi da inizio pandemia). Questi i dati accertati alle ore 12,00 di oggi. In Emilia-Romagna si sono registrati 2.160 nuovi casi in più rispetto a ieri su un totale di 18.930 tamponi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,4%, stabile rispetto a ieri. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 986 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 287 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 386 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,4 anni. 

Purtroppo oggi vi comunico il decesso di un membro della nostra comunità di Dovadola – annuncia il sindaco Francesco Tassinariche da un paio di giorni era risultato positivo al Covid-19. Ai familiari vanno le condoglianze da parte mia e dell’amministrazione comunale. Rispetto al precedente comunicato, i casi totali rimangono 14 in considerazione del decesso e di 1 un nuovo caso positivo: tutti sono in discrete condizioni di salute. Sono stabili le 14 persone non positive in isolamento domiciliare che avendo frequentato persone positive, devono eseguire tutta la quarantena prevista in protocollo sanitario“.

Ho avuto conferma ufficiale dall’Ausl di tre nuovi contagi da Covid-19 nel Comune di Bertinoro – spiega il sindaco Gabriele Frattosi tratta di concittadini legati anche oggi a precedenti ambiti familiari, al momento presentano una sintomatologia non allarmante. Il dato complessivo bertinorese riaggiornato al 19 novembre vede in totale 48 concittadini attualmente ricoverati in isolamento domiciliare, seguiti con costanza e competenza dagli operatori dell’Ausl, due in struttura ospedaliera, 165 i concittadini completamente guariti“. 

Nella giornata di oggi è arrivato l’esito positivo del tampone di un docente delle scuole medie di Predappio – aggiunge il sindaco Roberto Canali -. Tutte le norme di distanziamento e di uso dei dispositivi di protezione sono state rispettate durante tutto l’orario scolastico. Nonostante questo, gli insegnanti e i collaboratori scolastici sono invitati a monitorare per 14 giorni l’eventuale comparsa di sintomi e nel caso, contattare tempestivamente il proprio medico. Ad oggi sono positivi circa 50 nostri concittadini. Tale numero è in continua evoluzione“.

Su 986 asintomatici, 412 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 82 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 8 con gli screening sierologici, 38 tramite i test pre-ricovero. Per 446 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.
La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 483 nuovi casi, Reggio Emilia con 411, Modena (361), Piacenza (195), Rimini (167), Parma (164), Ravenna (119), Ferrara (110), Forlì (61), Cesena (53), Imola (36). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 18.930 tamponi, per un totale di 1.935.478. A questi si aggiungono anche 3.752 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 61.099 (1.690 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 58.276 (+1.650 rispetto a ieri), il 95,4% del totale dei casi attivi.
Purtroppo, si registrano 51 nuovi decessi: 13 in provincia di Modena (otto uomini di cui due di 91 anni, due di 94 anni e gli altri rispettivamente di 53, 61, 78 e 84 anni e cinque donne di 71, 78, 84, 85 e 99 anni), 9 a Reggio Emilia (otto uomini di cui due di 85 anni, due di 86 e quattro di 78, 79, 83 e 84 anni e una donna di 86 anni), 9 a Ravenna (di cui sette donne di 83, 87, 88, 89, 92, 94 e 98 anni e due uomini di 76 e 84 anni), sei a Piacenza (quattro uomini di 69, 79, 84 e 93 anni e due donne di 83 e 90 anni), cinque a Rimini (tre donne di 92, 93 e 99 anni e due uomini di 78 anni), quattro a Parma (due uomini di 68 e 95 anni e due donne di 78 e 88 anni), tre a Ferrara (tre donne di 75, 84 e 98 anni), uno a Bologna (un uomo di 65 anni), uno a Forlì (residente a Dovadola). Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.218. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 244 (stabili rispetto a ieri), 2.489 quelli in altri reparti Covid (+40).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-2 rispetto a ieri), 28 a Reggio Emilia (invariato), 60 a Modena (-1), 63 a Bologna (-2), 5 a Imola (+1), 20 a Ferrara (+1),11 a Ravenna (invariato), 6 a Forlì (+1), 1 a Cesena (invariato) e 24 a Rimini (+1). Le persone complessivamente guarite salgono a 31.587 (+420 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 10.454 a Piacenza (+195 rispetto a ieri di cui 56 sintomatici), 8.594 a Parma (+164 di cui 108 sintomatici), 14.343 a Reggio Emilia (+411 di cui 316 sintomatici), 17.484 a Modena (+361 di cui 263 sintomatici), 19.469 a Bologna (+483 di cui 196 sintomatici), 2.397 casi a Imola (+36 di cui 16 sintomatici), 4.757 a Ferrara (+110 di cui 15 sintomatici), 5.916 a Ravenna (+119 di cui 46 sintomatici), 3.668 a Forlì (+61 di cui 41 sintomatici), 3.044 a Cesena (+53 di cui 39 sintomatici) e 7.688 a Rimini (+167 di cui 78 sintomatici).