Alea: “Implementeremo la raccolta delle segnalazioni anche con un sito web dedicato”

0

In merito alla segnalazione pervenuta alla redazione di 4live.it (cliccare qui per leggere l’articolo) riguardante la fatturazione a seguito di un cambio di residenza, Alea Ambiente informa di aver già provveduto a contattare l’utente per risolvere la situazione specifica.
A tal proposito, la società ricorda che il sistema di tariffazione puntuale dei rifiuti (TARIP) prevede che a fine anno venga effettuato il conteggio degli effettivi svuotamenti del contenitore del secco e dei servizi aggiuntivi richiesti (come, ad esempio, raccolta degli sfalci e piccole potature mediante il contenitore del vegetale privato), e vengano registrate le eventuali variazioni anagrafiche intercorse. È sulla base di queste variabili che si definirà l’importo esatto dovuto per l’intero anno, e, di conseguenza, l’importo della fattura di conguaglio e (se l’importo versato in sede di acconto risulta superiore a quello dovuto) il rimborso da corrispondere.

In caso di situazioni particolari come quella segnalata, è però sempre possibile rivolgersi al personale Alea Ambiente tramite l’indirizzo email dedicato (fatture@alea-ambiente.it) o, in caso di impossibilità, presso gli sportelli, per chiedere il conteggio aggiornato della propria situazione tariffaria ed eventualmente un rimborso sull’acconto versato, ad esempio per un’utenza chiusa, senza dover attendere la fattura di conguaglio.

Alea Ambiente, scusandosi con gli utenti per eventuali disagi di questa natura, informa infine che è in fase di implementazione un portale web dedicato, in cui ogni cittadino potrà liberamente accedere alla propria posizione contrattuale e verificarla in tempo reale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO