Fumettoteca scultura Diabolik

Dopo il notevole interesse e il successo suscitato dall’Estate Diabolika di Forlì, a seguito dei molti riscontri positivi la Manifestazione “DDD – DamnDaringDiabolik”, giunta alla sua seconda edizione, prosegue spedita e la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” presenta al grande pubblico l’albo “Ricordo Diaboliko Decennale”. Si propone ancora una volta Diabolik ma, questa volta, senza il seguito dei soliti autori o personaggi, bensì solo la partecipazione dei lettori. Infatti, con questa pubblicazione, proponendo il personaggio visto dalla parte dei suoi lettori, si mette in chiaro un assioma fondamentale: ogni “grande personaggio” può esistere perché dietro di se ha “grandi lettori”.

Senza alcun dubbio, è certo che dietro ogni grande personaggio, come appunto è Diabolik, si celino grandi lettori – precisa l’esperto fumettotecario Gianluca Umiliacchi -. Ed è proprio grazie a questi grandi lettori che il personaggio in questione può, nel tempo, formarsi e definirsi. Nel mondo fumettistico abbiamo moltissimi esempi di personaggi che dopo un tempo di grandezza, con l’allontanamento dei suoi lettori, sono tornati ad essere semplici personaggi o, nel peggiore dei casi, hanno dovuto cessare la pubblicazione“.

L’albo si può acquistare dal sito ufficiale della Fumettoteca. Esposto con la splendida scultura di Diabolik, ad opera dell’artista ungherese Tamas Podhraczky, l’iniziativa diabolika firmata dall’unica Fumettoteca della Regione Emilia Romagna, reso anche gratuitamente scaricabile in versione FreePressWeb dal sito della Fumettoteca e collezionando oltre 900 download, per chi lo desidera può ora trovare l’albo disponibile in versione cartacea. Dopo 10 anni dalla sua prima apparizione, si ripropone al pubblico con un aggiornamento, un ampliamento dei contenuti e una nuova grafica l’albo “Ricordo Diaboliko Decennale” in cui si possono leggere i vari ricordi dei lettori, alla loro prima scoperta del fumetto nero diaboliko. Con una stupenda ed inedita copertina, omaggio del grande autore forlivese Davide Fabbri, e l’inedita retrocopertina, a sua volta omaggiata ad opera dell’artista lughese Stefano Babini, ben 48 pagine propongono interessanti, e in alcuni casi divertenti, aspetti ed emozioni interiori dei lettori diaboliki, ex-ragazzini di un tempo passato. Come per l’edizione passata, “DDD – DamnDaringDiabolik” prevede un periodo variegato di iniziative ed eventi da proporre durante il corso dell’anno, con questa anche altre iniziative diabolike si trovano già in cantiere alla “Biblioteca dei Fumetti”, aperta anche quando le altre biblioteche sono chiuse. Quindi, dopo esposizioni, mostre, opere artistiche provenienti da tutto il mondo, albi speciali, ovvero il 2020 ha già visto ben 7 mostre, 3 incontri, 5 pubblicazioni, ecco ora l’albo “Ricordo Diaboliko Decennale”, stampato in tiratura limitata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNodo trasporti. Morrone: «Coinvolgere aziende autobus turistici e NCC»
Articolo successivoFascicolo Sanitario Elettronico automatico per tutti con il consenso del paziente
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.