Covid nelle scuole Forlivesi: un nuovo contagio a Forlì e uno a Predappio

0

Grazie all’attività di contact tracing, svolta dall’Igiene pubblica di Forlì, sono stati individuati due nuovi casi Covid positivi a scuola; uno a Predappio e uno a Forlì.
Per quanto riguarda il caso di un alunno di una scuola primaria di Predappio, a seguito dei controlli effettuati è stato disposto quanto segue. Alunni e insegnanti della classe del positivo, in quanto contatti occasionali del caso, dovranno monitorare la comparsa di febbre o altri sintomi sospetti per Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per 14 giorni dall’ultimo contatto a rischio, ovvero dal 28 ottobre. ln caso di comparsa di sintomi, è necessario contattare tempestivamente il proprio medico di medicina generale. Per i contatti occasionali non è prescritta la quarantena o la sospensione della frequenza scolastica, ma si raccomanda di utilizzare la mascherina chirurgica, avere una accurata igiene delle mani ed evitare occasioni di aggregazione che impediscano il distanziamento fisico. A tali contatti occasionali viene proposto un tampone nasofaringeo.

Nel caso di uno studente di una scuola secondaria di secondo grado di Forlì, a seguito del sopralluogo eseguito da parte di operatori sanitari all’istituto si è verificato il rispetto di tutte le misure di prevenzione prescritte. Tuttavia, in considerazione del fatto che lo screening, eseguito per una precedente positività riscontrata nella stessa classe, ha evidenziato questa ulteriore positività, si rende necessario assimilare gli alunni della classe presenti nelle giornate del 23 e del 28 ottobre a contatti stretti per cui devono essere posti in quarantena (permanenza al domicilio) per 10 giorni dall’ultimo contatto, ovvero dal 28 ottobre, con esecuzione di tampone nel 10 giorno, 14 giorni dall’ultimo contatto, senza esecuzione di tampone.

Come per ogni soggetto collocato in quarantena, questo Dipartimento prevede per i ragazzi interessati il tampone nasofaringeo dopo 10 giorni dall’ultimo contatto. I contatti occasionali della classe (insegnanti e alunni venuti a contatto con l’alunno positivo ma non presenti in classe il 23 ottobre) dovranno monitorare la comparsa di febbre o altri sintomi sospetti per Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per 14 giorni dall’ultimo contatto a rischio, ovvero dal 28 ottobre. ln caso di comparsa di sintomi, è necessario contattare tempestivamente il proprio medico di medicina generale. Per i contatti occasionali non è prescritta la quarantena o la sospensione della frequenza scolastica, ma si raccomanda di utilizzare la mascherina chirurgica, avere una accurata igiene delle mani ed evitare occasioni di aggregazione che impediscano il distanziamento fisico. A tali contatti occasionali verrà proposto un tampone nasofaringeo.