Coronavirus nelle scuole di Forlì: due docenti e tre studenti positivi

0

Grazie all’attività di contact tracing, svolta dall’Igiene pubblica di Forlì, sono stati individuati cinque casi positivi a scuola. Si tratta di un docente di una scuola dell’infanzia di Forlì, un docente di una scuola primaria di Fratta Terme, uno studente di una scuola secondaria di secondo grado di Forlì, due studenti di due scuole secondarie di primo grado di Forlì.

Per quanto riguarda il caso di un docente di una scuola dell’infanzia di Forlì, il personale ha effettuato tutte le verifiche del caso. A seguito del sopralluogo, gli alunni della sezione della docente positiva, considerabili come contatti stretti in quanto studenti di una scuola dell’infanzia, sono stati messi in quarantena fino al 25 ottobre e verranno sottoposti a tampone all’inizio e alla fine del periodo di sorveglianza. I famigliari e i conviventi degli alunni non sono sottoposti a quarantena e quindi potranno recarsi liberamente al lavoro e a scuola.

Per quanto riguarda il caso di un docente di una scuola primaria di Fratta Terme, il personale ha effettuato tutte le verifiche del caso. A seguito del sopralluogo, non sono stati individuati contatti stretti ad alto rischio con il positivo in ambito scolastico, ma solo contatti occasionali. Per i contatti occasionali non è prevista la quarantena, o la sospensione della frequenza scolastica, ma dovranno monitorare la comparsa di sintomi sospetti Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per dieci giorni dall’ultimo contatto a rischio e verrà loro proposto il tampone di inizio e fine sorveglianza. Per ridurre, infine, il rischio di trasmissione del virus, a tutte le persone frequentanti l’Istituto e non soggette a quarantena precauzionale, verrà prescritto, fino al 30 ottobre, l’utilizzo di mascherine anche in condizioni di staticità.

Il caso di uno studente di una scuola secondaria di secondo grado di Forlì, il personale ha effettuato tutte le verifiche del caso. A seguito del sopralluogo non sono stati individuati contatti stretti ad alto rischio con il positivo in ambito scolastico, ma solo contatti occasionali. Per i contatti occasionali non è prevista la quarantena, o la sospensione della frequenza scolastica, ma dovranno monitorare la comparsa di sintomi sospetti Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per dieci giorni dall’ultimo contatto a rischio e verrà loro proposto il tampone di inizio e fine sorveglianza. Per ridurre, infine, il rischio di trasmissione del virus, a tutte le persone frequentanti l’Istituto e non soggette a quarantena precauzionale, verrà prescritto, fino al 27 ottobre, l’utilizzo di mascherine anche in condizioni di staticità.

Per quanto riguarda il caso di uno studente di una scuola secondaria di primo grado di Forlì, il personale ha effettuato tutte le verifiche del caso. A seguito del sopralluogo non sono stati individuati contatti stretti ad alto rischio con il positivo in ambito scolastico, ma solo contatti occasionali. Per i contatti occasionali non è prevista la quarantena, o la sospensione della frequenza scolastica, ma dovranno monitorare la comparsa di sintomi sospetti Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per dieci giorni dall’ultimo contatto a rischio e verrà loro proposto il tampone di inizio e fine sorveglianza. Per ridurre, infine, il rischio di trasmissione del virus, a tutte le persone frequentanti l’Istituto e non soggette a quarantena precauzionale, verrà prescritto, fino al 3 novembre, l’utilizzo di mascherine anche in condizioni di staticità.

Il caso di uno studente di un’altra scuola secondaria di primo grado di Forlì, il personale ha effettuato tutte le verifiche del caso. A seguito del sopralluogo non sono stati individuati contatti stretti ad alto rischio con il positivo in ambito scolastico, ma solo contatti occasionali. Per i contatti occasionali non è prevista la quarantena, o la sospensione della frequenza scolastica, ma dovranno monitorare la comparsa di sintomi sospetti Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per dieci giorni dall’ultimo contatto a rischio e verrà loro proposto il tampone di inizio e fine sorveglianza. Per ridurre, infine, il rischio di trasmissione del virus, a tutte le persone frequentanti l’Istituto e non soggette a quarantena precauzionale, verrà prescritto, fino al 31 ottobre, l’utilizzo di mascherine anche in condizioni di staticità.