Calcio Filippo Baldinini

Aglianese – Forlì: 3-0

Aglianese: Ansaldi; Gasco (dal 82′ Salvadori), Colombini, Panelli, Righetti (88′ Casanova); Remedi, Soldani, Ballardini (70′ Giannini); Giordani, Kouko (61′ Bellazzini), Brega (88′ Nieri). A disp.: Carcani, Gelli, Collecchi, Gianneschi. All.: Colombini.
Forlì: De Gori; Bedei, Vesi, Sedioli; Baldini (74′ Gkertsos), Ballardini, Corigliano (80′ Polini), Croci (17′ Zamagni); Buonocunto; Pozzebon (60′ Gasperoni), Ferrari (68′ Akammadu). A disp.: Barducci, Battaglia, Piva, Beduschi. All.: Angelini.
Arbitro: Santarossa di Pordenone. Assistenti Bernasso di Milano e Consonni di Treviglio.
Marcatori: Panelli al 14′, Giordani (rig) al 73′, Bellazzini al 86′.
Note – Ammoniti Remedi, Giannini. Recupero 1′, 5′.

L’Aglianese ha vinto largamente ma per il Forlì la lezione è troppo severa. La squadra locale ha investito tanto quest’estate per tentare la scalata nei professionisti. Brega e Kouko anche se ben limitati hanno dimostrato di essere di altra categoria. Il Forlì è rimasto in partita per tre quarti di gara poi un generoso rigore ha sancito il 2 a 0 e con questo episodio sono svaniti gli sforzi del Forlì per cercare di pareggiare la contesa. Risultato finale assolutamente non veritiero e troppo pesante per un Forlì piacevole per lunghi tratti della sfida.

Cronaca. Al 14 Panelli va in rete per il vantaggio su calcio d’angolo. Due miracoli di De Gori al 1′ e in uscita al 15′ limitano i danni. Angelini ridisegna la squadra con il primo cambio: al 17′ esce Croci entra Zamagni per tamponare la fascia sinistra. Bella combinazione di Braga e Kouko al 19′ e salvataggio sulla linea di Vesi. Soldani, Remedi e Giordani vincono nella terra di mezzo i rispettivi duelli individuali. Al 24′ tiro di Ballardini poco sopra la traversa. Due minuti dopo batte una punizione Corigliano, testa di Ferrari sul primo palo fuori di poco. Alla mezz’ora bel cross di Baldinini (nella foto) mette in angolo Colombini di testa. Al 32′ Giordani di testa ma schiaccia troppo sul portiere che para. Subito dopo occasione del Forli con Pozzebon che entra in area e tira ma su Ansaldi che neutralizza. Al 36′ occasione Forli: cross di Baldinini ma Zamagni viene anticipato a 2 metri dalla porta. Cartellino giallo per Remedi. Al 40′ punizione Forlì: batte Corigliamo con tiro diretto sotto la traversa ma devia con i guantoni Ansaldi. Al 45′ giro palla efficace del Forli da Sedioli a Corigliano per Baldinini: cross sul secondo palo con colpo di testa di Corigliano alto sulla traversa. In pratica dopo i primi 15 minuti da paura dell’Aglianeze la gara è filata via equilibrata con occasioni da gol da parte delle due contendenti.

Secondo tempo: al 46′ ammonito Vesi per fallo su Brega. Al minuto 50′ De Gori anticipa proprio Brega pericolosamente appostato. Al 53′ Giordani chiuso all’ultimo da Sedioli e la conclusione smorzata facilita De Gori che para senza problemi. Al 55′ bella girata di Ferrari dal limite fuori di poco. Al minuto 57 taglio di Buonocunto con palla lunga di poco. Esce Pozzebon entra Gasperoni. Dopo poco Colombini fa uscire Kouko per Bellazzini. Al 66′ occasione Aglianese ma proprio il neo entrato Bellazzini spreca. Subito dopo Vesi salva su Brega vicino alla marcatura. Al 70′ grande occasione di testa di Baldinini che da due passi tira addosso al portiere. Angelini inserisce Akammadu e toglie Ferrari. Al 73′ reclama un rigore il Forlì in mischia per presunto fallo di mano. L’arbitro lascia correre ma invece due minuti dopo concede un penalty generoso per la squadra di casa per fallo di mano. Realizza Giordani il doppio vantaggio. Un arbitraggio abbastanza mediocre condanna così un buon forli prima negandogli un sacrosanto rigore e due minuti dopo assegnandone uno ai locali dopo un rimpallo tra difensore e attaccante. Ammonito Giannini per fallo su Polini. Entra Gherkos al posto di Baldinini. All’84’ bella uscita aerea di De Gori che sventa il pericolo. All’86’ terzo gol di Bellazzini su assist al bacio di Brega. Una punizione troppo severa per il Forlì che ha tenuto testa alla grande al forte avversario. Finisce cosi risultato troppo severo per i romagnoli.

Pagelle del Forlì
De Gori: 6.5. Salva la porta in un paio di occasioni con parate decisive.
Bedei: 6. Nel primo tempo vede sfrecciare gli avversari sulla sua fascia, poi si riprende nella ripresa.
Vesi: 6.5. Brega è un bruttissimo cliente e lo riesce a limitare per larghi tratti della partita.
Sedioli: 6.5. Dopo i primi 15 minuti prende le misure ai quotati avversari e aiuta nel possesso palla i centrocampisti.
Croci: n.g.
Zamagni: 6. Sostituisce a sinistra Croci ma non influisce nell’andamento della gara.
Ballardini: 6.5: Soffre nel primo tempo il pressing avversario ma alla lunga si distingue per generosità.
Corigliano: 7. Si dimostra il giocatore più in forma. Andrebbe rifornito con più continuità.
Buonocunto: 6. Soffre la fisicità degli avversari.
Baldinini: 7. La miglior partita del capitano, mette tre palloni al centro dell’area che meritavano miglior sorte.
Ferrari: 6. Perde il confronto con Brega e Kouko, alla fine è soprattutto tutta qui la differenza.
Pozzebon: 6. Ha un’occasione nel primo tempo poi si spegne e viene sostituito.
Gasperoni: 6. Cerca di animare l’attacco forlivese ma riceve poche palle.
Akammadu: 6. Si getta nella mischia ma ormai i giochi sono fatti.
Polini: 6. Deve imparare a limitare la generosità ed essere più lucido nella gestione della palla.
Gherkos: 6. Dieci minuti per riprendere confidenza con il campo.
Mister Angelini: 7. Alla vigilia aveva detto che sarebbe stato un banco di prova importante per capire il valore dei propri giocatori. Il risultato sarebbe una bocciatura ma in verità è stato un Forlì piacevole per 3/4 di gara, poi nel finale un rigore generoso ha tagliato le gambe ai galletti che hanno incassato anche il terzo gol. Bravi loro ma tante indicazioni positive sopratutto dagli under in casa Forlì e bravo il mister a dare un gioco piacevole alla sua squadra.