«Questa settimana siamo intervenuti in merito al nuovo regolamento di polizia urbana del Comune di Forlì. Abbiamo attaccato il provvedimento preso dall’amministrazione di centrodestra, cercando però di ampliare la riflessione e di attaccare quella mentalità e quell’idea che porta a colpevolizzare chi vive ai margini, a punire chi si esprime fuori dal coro, a limitare la libertà in nome di un superficiale “decoro”. Abbiamo detto che quest’idea si è radicata in maniera trasversale anche nel centrosinistra e lo si desume anche dai regolamenti simili che vengono promulgati in comuni a guida PD. Non ci credete? E allora facciamo un gioco: il Totosceriffo. In questi giorni vi proporremo articoli presi dai regolamenti di polizia urbana di Cesena e di Forlì e vi chiederemo di indicarci secondo voi a quale regolamento appartengono. La sera vi daremo la risposta.

Totosceriffo 1 – La petulanza
In quale regolamento come discrimine per sanzioni e concessione di suolo pubblico viene usata la “petulanza”? La domanda vera sarebbe come si definisce. È allucinante la discrezionalità di Comune e forze dell’ordine che interviene in questo ambito. Ci stavamo poi chiedendo se anche noi fossimo petulanti. Può essere definito petulante anche la trasmissione di e-mail e messaggi per promulgare le iniziative del PD e Lega a persone che non hanno mai dato il consenso per essere iscritte nei loro indirizzari»?

Potere al Popolo Cesena Comitato Mille Papaveri Rossi FC