Unisciti a noi in nome del sangue

La sera del nove settembre si sono ultimate a Castelnuovo di Meldola le riprese di “Unisciti a noi nel nome del sangue” a cui è stato dato il nome commerciale per la distribuzione all’estero di”Join us” (Unisciti a noi) Il film diretto dal regista meldolese Davide Santandrea (Nome d’arte Horus Sat) è un omaggio soprattutto al film Evil dead (La casa, 1979) del regista Sam Raimi. Il film, che ora è in fase di montaggio, ed uscirà nelle sale a marzo 2021, ha attirato molta attenzione, raccogliendo già molti consensi tra i registi e i fans dell’horror. Le ultime scene agghiaccianti dei demoni che invadevano la città di Meldola sono state girate la sera del 9 settembre a San Colombano con una larga presenza di comparse meldolesi e forlivesi nei panni dei demoni e dei numerosi residenti e curiosi che assistevano alle riprese con molto interesse e curiosità.

Durante le riprese è andato tutto bene – spiega il regista Santandrea – abbiamo seguito il protocollo di sicurezza per le produzioni cinematografiche riguardo il covid e nella nostra produzione non c’è stato assolutamente nessun contagiato da covid. questo ci ha permesso di realizzare le riprese con tutta tranquillità e serenità possibile. Il risultato è stato un ottimo lavoro e sono molto grato e fiero degli attori, tecnici e collaboratori che lo hanno reso possibile. Un grazie di cuore va da parte mia e della produzione a Davide Zattini e alla famiglia Zattini che ci hanno permesso l’uso della casa di loro proprietà a Castelnuovo come location principale del film. Senza questa casa non avremmo potuto girare Unisciti a Noi“.

Un film ricco di effetti speciali come lo stesso regista racconta: “Ci siamo divertiti tantissimo, all’interno della casa di Castelnuovo, ad inventare nuove soluzioni per spaventare la gente, il tutto realizzato con mezzi rudimentali e fatti in casa ma di un sicuro effetto cinematografico spaventoso“.

Santandrea è un stacanovista nel campo cinematografico che non si ferma un solo minuto: infatti sta già lavorando al prossimo titolo, un cortometraggio thriller – horror di 20 minuti circa intitolato “The clockwork” (L’Orologio) con il quale intende partecipare a numerosi festival e concorsi cinematografici per i “short film” e magari vincerli. Le riprese di The Clockwork partono ufficialmente il 20 settembre per la durata complessiva di 10 giorni, con tre attori in tutto. E sarà girato a Ricò presso la stessa abitazione del regista.

Commenta ancora il regista: “Abbiamo ultimato le riprese di Unisciti a noi prima del previsto e dal momento che sono rimasti alcuni mesi di attesa prima di iniziare le riprese ufficiali del primo film di “Sunset Saga”, la saga sui Real Vampires italiani e americani, intitolato “Sunset moon”, previsto nel mese di Gennaio, ho pensato di impegnare il restante tempo nella realizzazione di un cortometraggio. Così ho tirato fuori dal cassetto “The clockwork”, una sceneggiatura che avevo scritto alcuni anni fa, un thriller horror molto spaventoso, anche perchè quel che succede nel cortometraggio può liberamente succedere ogni giorno in casa nostra“. L’attrice destinata ad interpretare il ruolo protagonista della “vittima” di Clockwork, spiega Santandrea, è la bravissima attrice cesenate Elena D’Atri che ha già recitato con molta bravura nel film di Unisciti a noi. I restanti due ruoli maschili, l’Assassino e il fidanzato della vittima sono ancora da individuare tra i bravi attori romagnoli.