insetti natura

Chiederà domenica 27 settembre l’interessante e bella mostra fotograficaNatura in via Costanzo II al tempo del Coronavirus” di Giulio Sagradini. L’autore durante il periodo del lockdown, non potendo allontanarsi da casa, ha scoperto che le aree verdi di via Costanzo II, nei pressi della sua abitazione, erano popolate di una flora e di una fauna inaspettate. Ne è seguito un vero e proprio reportage, durato per diverse settimane, che ha avuto come soggetti i fiori, gli arbusti, le piante e gli insetti delle due zone realizzate oltre 10 anni fa dal Comune, come contrasto all’inquinamento atmosferico, e una da Hera, in compensazione per la realizzazione del nuovo inceneritore.

Il lavoro di Sagradini ha avuto il suo culmine in una giornata della passata primavera quando ha potuto fotografare la nascita di orchidee spontanee, evento che ha suscitato interesse anche nel mondo naturalistico per la collocazione degli spazi verdi, essendo site ai margini di un strada sulla quale gravita un traffico intensissimo e nel mezzo della zona artigianale e industriale di Coriano.

In mostra sono esposte una parte delle immagini realizzate da Giulio Sagradini, mentre le altre possono essere visionate su un computer presente nella sala espositiva. Chi vede le immagini rimane colpito per la ricchezza e per la vivacità dei soggetti ritratti e per il fulgore dei loro colori. A dimostrazione che la natura non cessa mai di stupire. Per informazioni 3292125653.

CONDIVIDI
Articolo precedente5° Forum del Giornalismo Musicale a Faenza
Articolo successivoWonder Woman torna per il grande schermo e si conferma come icona per varie generazioni
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.