Forli.Soglie

Nasce Forlì.Soglie, comitato composto da sette realtà culturali forlivesi che uniscono le proprie esperienze culturali e le proprie ricerche artistiche, legate alle pratiche del presente e del contemporaneo, indagate attraverso discipline differenti ma tra loro dialoganti.
Il comitato si è presentato oggi alla città di Forlì, con una conferenza stampa in cui sono intervenuti i referenti delle realtà culturali e l’Assessore alla Cultura del Comune di Forlì, Valerio Melandri. Durante l’evento sono stati illustrati, in dettaglio, il perché della nascita del Comitato, le iniziative proposte e i relativi festival e progetti, nonché gli obiettivi comuni.

Una soglia può essere definita anche come «il valore che un determinato agente o una determinata grandezza deve raggiungere perché si produca un certo fenomeno».
Ed è questo il senso profondo del Comitato Forlì.Soglie: una relazione e un dialogo tra sette realtà culturali del territorio che decidono di mettere a sistema i propri dispositivi artisti, con lo scopo di generare un cambiamento di stato.

Composto da Area Sismica con Forlì Open Music, Città di Ebla con il Festival Ipercorpo, Masque teatro con Crisalide, Sedicicorto con Sedicicorto Forlì International Film Festival, Spazi Indecisi con il progetto In Loco, Sunset con Meet The Docs! Film Fest e Vertov Project con Ibrida, Forlì.Soglie si presenta come l’esito di un percorso che, da un lato, rispetta le singolarità che vi partecipano, che non si deprimono nell’identità unitaria, ma anzi esaltano le proprie peculiarità nel confronto reciproco, e dall’altro traccia diversi anni e differenti modalità di collaborazione proficua già in essere tra alcune delle sette realtà.
Perché Forlì.Soglie parte da una considerazione: la città di Forlì può vantare un ventaglio ricco e per certi aspetti inedito di accadimenti culturali, in grado di intercettare le produzioni più interessanti della contemporaneità.

Perciò Forlì.Soglie si presenta anche come una mappa, perché questo valore, non così frequente in altre città italiane, viene in tal modo messo a sistema, e diventa narrazione della contemporaneità stessa.
Ma Forlì.Soglie è anche un cartellone che racconta le pratiche delle realtà coinvolte, con l’intento sia di diffondere la cultura teatrale, cinematografica, musicale contemporanea, sia di promuovere la produzione e la distribuzione di spettacoli e opere artistiche contemporanee, sia di dare supporto alle istituzioni didattiche e culturali, sia di ideare e realizzare progetti e iniziative intersettoriali. Un movimento che si pone in sinergia con altri enti e organizzazioni, al fine di creare economie di scala e più consistenti impatti istituzionali, culturali, didattici e comunicativi a vantaggio della comunità.

Il comitato nasce come tappa di maturità di percorso iniziato anni fa e promosso dalle sette realtà in maniera autonoma, spinte da una necessità culturale di dialogo e confronto, nella consapevolezza che le rispettive attività culturali rappresentavano e rappresentano soglie di possibile contaminazione.
Il comitato rappresenta un’ulteriore tappa di questo percorso, che oggi si concretizza grazie all’impulso dell’Assessore alla Cultura Comune di Forlì, Valerio Melandri.
Una tappa importante che vede il comitato guardare già in direzione di nuovi possibili orizzonti, interrogandosi tanto su potenziali spazi di progettazione condivisa quanto sul dialogo con la città tutta, fermo restando che l’oggetto stesso della pratica culturale e narrativa, tanto del comitato quanto delle singole realtà, è un soglia per definizione: il presente.