Lorenzo-Musetti-foto-di-Marta-Magni

Lorenzo Musetti continua a incantare agli Internazionali di Tennis Città di Forlì “Memorial Piero Contavalli”. Il diciottenne di Carrara, reduce dalla splendida settimana degli Internazionali BNL d’Italia, ha battuto Andreas Seppi ai quarti di finale del Challenger targato MEF Tennis Events con un netto 6-3 6-1 in un’ora e 18 minuti di gioco.
Musetti in semifinale – Un successo che sa di ricambio generazionale.

Se 5 anni fa qualcuno mi avesse detto che avrei dato 6-3, 6-1 a Seppi, lo avrei mandato a quel paese – afferma Musetti -. Seppi ha un’esperienza incredibile, mi aspettavo un match impegnativo e infatti all’inizio i punti duravano tanto. Il primo break ha cambiato la partita, nel secondo set lui è calato ed io ho alzato il livello”. Tanta la soddisfazione del numero 180 del mondo: “Anni fa un risultato di questo tipo era un’utopia, ma ora che sono in semifinale non voglio fermarmi. Spero davvero che questo sia il Challenger buono (per il primo titolo, ndr)”. Al circolo Tennis Villa Carpena è ufficialmente scoppiata la Musetti mania: “Mi fa davvero piacere che la gente mi venga a vedere e che molti facciano il tifo per me. È un ulteriore stimolo a dare tutto in campo. Qui a Forlì mi trovo benissimo da tutti i punti di vista”.

Dalla parte opposta del tabellone non smette di stupire Andrea Pellegrino. Il ventitreenne di Bisceglie si è imposto sul brasiliano Guilherme Clezar con lo score di 6-4, 6-2 in un’ora e 23 minuti di gioco: “Ho giocato sin dal primo punto con grande intensità. È uno dei miei obiettivi sia in partita sia in allenamento, sono felice di riuscirci dall’inizio del torneo. Sapevo cosa aspettarmi dal mio avversario, sono stato bravo a tenerlo sotto pressione costantemente e a spingere nei momenti chiave”. Dalla fine del lockdown il numero 343 ATP si allena con coach Vincenzo Carlone: “Queste vittorie sono frutto della qualità dell’allenamento quotidiano. Dobbiamo continuare così senza porci limiti”. In semifinale anche il brasiliano Thiago Monteiro, giustiziere dello statunitense Alexander Ritschard con il punteggio di 7-6(4), 6-3.

Salvatore Caruso saluta gli Internazionali di Tennis Città di Forlì. Il giocatore di Avola è stato eliminato dal sudafricano Lloyd Harris, numero 96 del mondo, con lo score di 7-6(1) 7-5 in 2 ore e 3 minuti di gioco. “È stato un match molto combattuto – le parole di Harris nel postpartita – entrambi i set sono stati molto intensi. Ho servito bene, ma Salvatore ha fatto di tutto per mettermi in difficoltà. Ho sfruttato bene le chance che ho avuto e alla fine ce l’ho fatta. Fa piacere andare avanti in un torneo così piacevole e ben organizzato: mi sento in forma e mi sto divertendo dentro e fuori dal campo“. Venerdì 25 settembre le semifinali: alle 10 Andrea Pellegrino sfida Thiago Monteiro, non prima delle 12 Lorenzo Musetti affronta Lloyd Harris.

I risultati di giovedì 24 settembre Quarti di finale:
Lorenzo Musetti b. Andrea Seppi 6-3, 6-1.
Thiago Monteiro b. Alexander Ritschard 7-6 (4), 6-3.
Andrea Pellegrino b. Guilherme Clezar 6-4, 6-2.
Lloyd Harris b. Salvatore Caruso 7-6 (1), 7-5.