L’inaugurazione della mostra “Sulle tracce di Dante a Forlì”, che si è svolta soggi ha suscitato molto interesse. Così come sono state apprezzate le 57 fotografie, scattate da 29 soci del Foto Cine Club Forlì, che illustrano l’itinerario elaborato da Marco Viroli e Gabriele Zelli. L’esposizione sarà visitabile fino al 30 settembre, tutti i giorni dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 18,00. Lunedì 21, mercoledì 23 e venerdì 25 settembre apertura anche serale dalle 20,00 alle 22,00. L’iniziativa è promossa dal Foto Cine Club Forlì, Associazione Direzione 21, Galleria Angolo Mazzini, e Società Dante Alighieri – Comitato dei territori di Forlì-Cesena. Ingresso libero. Per informazioni 3493737026.

Nell’ambito della mostra sono state programmate diverse iniziative collaterali. La prima si terrà lunedì 21 settembre, in collaborazione con ConfGuide, quando con partenza alle ore 20,00 e alle ore 21,30, si svolgeranno due visite guidate condotte da Silvia Sansovini alla scoperta di Forlì ai tempi di Pellegrino Laziosi. Il ritrovo dei partecipanti è previsto presso la Galleria Angolo Mazzini, corso Mazzini angolo via Pedriali, dove sarà possibile visitare la mostra, curata da Gabriele Zelli, e acquisire il catalogo.

Durante le visite guidate si approfondirà la figura di San Pellegrino Laziosi, la collocazione sociale e politica in cui i forlivesi, guidati da Guido da Montefeltro, riportarono la celebre vittoria passata alla storia grazie al dantesco “sanguinoso mucchio”. Di fronte al Duomo si coglierà l’occasione per raccontare la storia della Cattedrale di Forlì, a partire dall’antica Pieve, e del suo assetto architettonico alla fine del XIII secolo con riferimenti alla frequentazione di Pellegrino e alla sua conversione a Servo di Maria. Il Duomo sarà aperto e si potrà ammirare il Crocefisso trecentesco che vi è conservato.

Attraversando il centro storico si raggiungerà il Campostrino e si parlerà della Chiesa dei Servi di Maria e verrà raccontato della miracolosa guarigione di San Pellegrino da un tumore alla gamba. Nella Basilica Santuario di San Pellegrino Laziosi si visiterà l’altare del santo e la sala trecentesca del Capitolo in cui è conservato il Crocifisso miracoloso, attribuito a Giuliano da Rimini, davanti al quale San Pellegrino ottenne la guarigione dalla cancrena alla gamba. La prenotazione alle camminate è obbligatoria ed è necessario iscriversi telefonando a: Loretta Giovannetti, segreteria ForlìDante, al 3489326539.
Per partecipare è richiesto un contributo a persona di 5 euro. Sarà consegnato in omaggio copia del catalogo della mostra “Sulle tracce di Dante a Forlì”. I partecipanti dovranno essere dotati di mascherina e osservare le disposizioni anti Covid 19 in atto.