Presidi di polizia di Rocca e Cesenatico. Ragni: «I cittadini chiedono più sicurezza ma Stato e Regione si disinteressano»

0

Le due questioni aperte sul fronte sicurezza: la proposta di chiusura del distaccamento della Polizia Stradale di Rocca San Casciano e il mancato rafforzamento del posto di Polizia di Cesenatico evidenziano da un lato l’endemica carenza di organico e mezzi delle forze dell’ordine nella nostra provincia e dall’altro l’assoluta insensibilità del governo di centro sinistra alle tematiche del controllo dell’ordine pubblico e della tutela dei beni nei territori locali”: a lanciare l’accusa è Fabrizio Ragni, vicecoordinatore provinciale Forlì-Cesena di Fratelli d’Italia e componente del direttivo del Circolo comunale forlivese di FdI intitolato a Caterina Sforza.

Anche a livello regionale la giunta di sinistra non s’è distinta su questo versante, mettendo a nudo un’inclinazione ormai storica: la scarsa sensibilità verso ogni argomento che riguardi la sicurezza, tanto più se armata, o la legalità più rigorosa”: aggiunge Fabrizio Ragni.
E in entrambi i casi di Rocca San Casciano e Cesenatico si tratta non soltanto di controllare il territorio, ma soprattutto di tutelare l’economia locale e garantire il trasporto delle persone e delle merci. Lungo la Statale 67, nell’importante, pericolosa e trafficata arteria che collega la costa adriatica a quella tirrenica, i controlli della Polstrada del presidio di Rocca fornirebbero un baluardo insostituibile contro guida in stato di ebbrezza ed eccesso di velocità. A Cesenatico il controllo dell’ordine pubblico garantirebbe la tutela di milioni di turisti che soprattutto a luglio ed agosto affollano la riviera”: elenca Fabrizio Ragni.

Quello che più infastidisce dell’operato del centrosinistra è, oltre al disinteresse endemico per le sorti delle forze dell’ordine, anche la precisa volontà politica di mistificare la propria azione lassista. La notizia che la sottosezione della Polizia Stradale di Rocca San Casciano sarebbe stata chiusa è stata divulgata soltanto all’indomani delle elezioni Regionali in Emilia Romagna, ben sapendo i politici locali e nazionali ed i governati in carico della sinistra che se questa scelta fosse stata trasmessa prima della tornata elettorale avrebbe avuto un impatto negativo sull’esito del voto”: ricorda il vicecoordinatore provinciale Forlì-Cesena di Fratelli d’Italia.

Fabrizio Ragni, infine, manifesta la sua più piena e convinta solidarietà ai cittadini, ai comitati civici ed agli amministratori locali che da settimane, ed anche in queste ore, con forza e civilmente, stanno manifestando in difesa dei due presidi della Polstrada e della Polizia: “Fratelli d’Italia è, e sempre sarà, al fianco delle forze dell’ordine e dei cittadini che chiedono maggiori tutele e sicurezza”.