Forlì Calcio a cinque. Reparto portieri al completo con l’arrivo di Leonardo Lamorgese

0

Con l’acquisto di Leonardo Lamorgese si va a completare il parco portieri a disposizione di mister Gottuso: “Quando ho parlato con Leonardo ho visto nei suoi occhi la voglia di venire a Forlì e di rimettersi in gioco – racconta il diesse Ghirelli – Leo è un ragazzo che ho visto diverse volte all’opera tra i pali e che data la sua giovane età, parliamo comunque di un 97, con tanto lavoro e sacrificio ha ancora molto da dare a questo sport. Sono felice che sia qui, adesso possiamo contare su un reparto portieri davvero completo e motivato. Ci tengo a ringraziare la società Santa Sofia nella persona del presidente Sauro Conficconi per la disponibilità resa per la conclusione positiva del trasferimento”.

Classe 1997 Leonardo Lamorgese nasce in provincia di Foggia a San Giovanni Rotondo ma si trasferisce fin da piccolo nella Valle del Bidente dove comincia giocare a calcio a 11 nella società bidentina. All’età di 13 anni Leonardo si innamora del futsal ed entra a far parte del settore giovanile del Santa Sofia Calcio a 5. Si fa tutta la trafila delle giovanili per poi esordire giovanissimo in prima squadra in C1 togliendosi anche la soddisfazione nel 2017 di vincere il campionato regionale di serie C2 da protagonista riscattando la retrocessione della precedente stagione.

Dieci anni a rappresentare la squadra del proprio paese con anima e cuore con un finale un po’ amaro: “Lasciare Santa Sofia dopo 10 anni è una sensazione strana – racconta emozionato Leonardo – la decisione non è stata presa da me ma dalla società. Santa Sofia è la mia terra e credo di aver onorato la maglia, lascio tanti amici e tanta gente che mi è stata vicina sia nei momenti belli ma soprattutto in quelli più complicati, ma ora non voglio pensare al passato; ripeto, non è una scelta fatta da me ma dalla società e a malincuore ne ho preso atto”.

Ma chiusa una porta si apre un portone: “Non voglio più pensare al passato sono carico ed entusiasta per questa nuova avventura. Conosco personalmente molti dei miei nuovi compagni e questo mi aiuterà sicuramente ad inserirmi e sono certo che anche essendo uno degli ultimi arrivati potrò contribuire a fare diventare ancora più unito questo grande gruppo”.

Parole da giocatore navigato nonostante la giovane età, da parte di un ragazzo consapevole di doversi giocare il posto con mostro sacro della storia forlivese come Davide Cassano: “Non conosco personalmente i miei due compagni di reparto ma sicuramente lavorando di squadra potremo aiutarci l’un l’altro dando ampie garanzie al mister. Per Davide parla la carriera, per me sarà un onore affiancarlo e sono certo che potrò imparare molto sia da lui che da Andrea. Dal canto mio sono pronto a rimettermi in forma per poter rispondere presente quando il mister mi chiamerà in causa”.