Forlì dall'alto

«Indefinibile ed irricevibile l’atteggiamento di questa giunta comunale forlivese che dopo le “fatiche” finora registrabili, di illuminare inutilmente i campanili della città e di assegnare 7 aree per sgambatoi per i cani, per conquistare l’attenzione dei cittadini di Forlì non trova di meglio che decidere che i comitati di quartiere sono inutili e sopprimibili, o, al massimo, sostituibili con generici comitati di zone formati da vassalli e paggetti da loro scelti ed a loro deferenti. Ciò mentre si conferma che nella vicina Cesena si voterà per i quartieri a settembre in concomitanza con il referendum Costituzionale.

Come Partito Comunista abbiamo da anni seguito e partecipato a diverse iniziative dei comitati di quartiere di Forlì e sottolineiamo fra queste la raccolta fondi del comitato di quartiere Romiti a favore dei terremotati del centro Italia, oppure sempre del comitato di quartiere Romiti l’interessamento e la profusione di iniziative e fondi a favore di una bambina immigrata bisognose di urgenti cure mediche. Se i comitati di quartiere svolgono seriamente il loro compito di primo ascolto della cittadinanza, l’intera comunità avrà solo da riscontrare vantaggi senza bisogno di straparlare di telecamere, microspie o illuminazioni propagandistiche per controllare ciò che noi comunisti non permetteremo venga controllato. Cioè la libertà. Se i comitati di quartiere confermano il loro impegno di solidarietà e volontariato, come ben sa il sindaco Zattini, allora la distribuzione di mascherine, ad esempio, potrà avvenire senza impegni gravosi per gli uffici comunali.

Se i comitati di quartiere, inoltre, deliberano all’unanimità, come fatto oramai da un anno dal comitato di quartiere Romiti, che un’area verde del quartiere debba essere intitolata all’8° Brigata Garibaldi Romagna, allora la giunta comunale ha il dovere di ascoltare e mettere in pratica la volontà dei cittadini. Volontà sostenuta da noi del Partito Comunista, espressione di eterno rispetto al martirio ed al sacrificio di una Brigata Partigiana Comunista che ha combattuto perchè fascisti e nazisti insieme impedivano agli italiani, con menzogne e violenza, qualunque libertà. Impedimenti che hanno lugubre somiglianza con gli attuali atteggiamenti di chi vuole eliminare i Comitati di Quartiere. Fummo contro allora, saremo contro ora e sempre».

Partito Comunista Federazione di Forlì-Cesena