Andrea-Cintorino-assessore

L’accordo delle ‘Vie di Dante’ è stato siglato questa mattina nel Cortile di Michelozzo in Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, dall’assessore comunale al turismo Andrea Cintorino e da un nutrito gruppo di amministratori locali impegnati a mettere a punto una programmazione di itinerari culturali e naturali ispirati alla figura e alle opere del Sommo Poeta. L’intesa coinvolge e attraversa le valli appenniniche del Bidente, del Lamone, del Montone, del Rabbi, del Tramazzo, della Sieve, e ancora del Mugello e del Casentino, lungo il Valdarno superiore e sui rilievi dell’Appennino tosco- romagnolo.

Quella di oggi – spiega con una nota di orgoglio l’assessore con delega al turismo Andrea Cintorinoè una data storica per la città di Forlì e la Romagna. Grazie all’accordo per ‘Le Vie di Dante’, organizzeremo i cammini da mettere in rete e le modalità di percorrerli in vista del 2021, anno del settecentenario dantesco e punto di partenza per un nuovo modo di intercettare i flussi turistici. Con la collaborazione dei nostri operatori, avvieremo un lavoro di costruzione di un sistema di prodotti turistici, declinati in itinerari percorribili a piedi o con altre forme di mobilità dolce, non motorizzata o parzialmente motorizzata. I settecento anni di Dante nel 2021 – conclude Cintorino – rappresentano un traguardo e un punto di inizio per il nostro territorio che, dopo le restrizioni del Covid, potrà beneficiare della risonanza mediatica delle celebrazioni e dell’attenzione internazionale ad essa riservate”.